Quantcast

Vivere con Stile: Beauty Green, come prendersi cura della nostra bellezza rispettando l’ambiente

3' di lettura 19/04/2021 - Dal cibo, al design, dagli oggetti agli articoli di consumo, siamo tutti alla ricerca di preservare e proteggere il nostro pianeta, ottimizzando ogni nostro gesto verso il rispetto dell’ambiente e della natura che ci circonda.

Mai come in questo momento di pandemia ci siamo resi conto di quanto ogni singola azione abbia ripercussioni a livello globale. Al di là delle mura domestiche, divenute oggi, ahimè, la nostra “confort zone”, solo aprendo la finestra e osservando il verde che ci circonda, ci possiamo rendere conto di quanto la natura sia importante per noi, di quanta vita, di quanti colori, profumi, lei ci fa dono.

Pensate che è possibile occuparci della nostra bellezza rispettando non solo l’ambiente, ma anche il nostro stato di salute. Binomio perfetto direi!
“Biologico”, “vegano”, “naturale”, “organico”, sono i termini più utilizzati e cliccati in questi ultimi anni.
Essere “ecofriendly” è diventato più che una tendenza, uno stile di vita, rivolgendo il nostro interesse alla scelta di prodotti con la scritta “senza”. Nei cosmetici, ad esempio, tra gli ingredienti maggiormente sotto accusa, ci sono i “parabeni”, utilizzati soprattutto nelle creme, oppure i siliconi che danno sì, un aspetto setoso alla nostra pelle, ma senza effetti curativi, in quanto agiscono in superficie non riuscendo a penetrare sino all’ epidermide.

Vediamo cosa possiamo fare noi realmente durante la nostra “beauty routine” per una skin care tutta “green”.
Innanzitutto, durante l’acquisto di un prodotto leggiamo bene l’etichetta cercando i simboli delle certificazioni più sicure: Icea, Natrue, Ecocert, Cosmos, CCPB, e Ecolabel UE. Ricordate sempre che di solito più lunga è la lista e più l’articolo potrebbe contenere tanti conservanti.
Vi consiglio anche di leggere l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) ossia la composizione di ogni prodotto, dove gli ingredienti sono riportati in ordine di concentrazione, dal più al meno presente.

Gli estratti naturali sono indicati con il nome “botanico” e prima li trovate, più il cosmetico potrà definirsi naturale.
Se è possibile sfruttate le confezioni ricaricabili per limitare il consumo della plastica e ridurre l’impatto sull’ ambiente.
Rinunciate ai dischetti di cotone che sì, facilitano la nostra beauty routine, ma, considerando che ne usiamo minimo 4 al giorno, moltiplicando il numero per la popolazione femminile mondiale, è facile intuire quanto sia nocivo per l’ambiente. Le alternative ci sono: esistono nel mercato dischetti di bambù, lino, fibre vegetali che potete lavare in lavatrice e riutilizzarli più volte.

Per la cura del nostro styling, invece, scegliamo pettini di legno, non solo il pianeta ringrazierà, ma anche i vostri capelli, in quanto il legno non elettrizza ed evita l’effetto crespo. Se è possibile, utilizziamo prodotti biodegradabili per le nostre frizioni, pensate che la schiuma non fa bene al mare in quanto contiene tensioattivi che inquinano particolarmente.
Durante la messa in piega, proviamo a ridurre l’uso del phone e della piastra che consumano tanta energia, per esempio asciugando i capelli all’ aria, approfittando dell’arrivo della bella stagione, oppure se proprio non possiamo farne a meno, tamponiamo i capelli con un telo per eliminare l’eccesso d’acqua e procediamo con l’asciugatura.

L’estate è alle porte, sapete che potete proteggevi dal sole rispettando anche l’ecosistema marino? I solari, infatti, sciogliendosi nel mare, distruggono alghe, pesci e coralli, per salvarli, basta un piccolo accorgimento, leggiamo bene il logo sull’etichetta che dovrebbe avere pesci o coralli e le scritte “Ocean Respect”, “Ocean-safe” o “Waters love”.

Bastano piccoli gesti per aiutare il nostro pianeta. Occuparsi della nostra bellezza, rispettando l’ambiente che ci circonda, significa vivere con stile.






Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2021 alle 08:30 sul giornale del 20 aprile 2021 - 473 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Vivere con stile, Serena Liguori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYan

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere con stile