Quantcast

La musica marchigiana dopo il lockdown, cosa è cambiato?

Capabrò 3' di lettura 20/04/2021 - Lo abbiamo chiesto ai Capabrò.

Finalmente un po’ di luce in fondo al tunnel. Tra restrizioni soft, protocolli e regole ancora tutte da interpretare, la musica marchigiana è pronta a ripartire, pur se a ritmi ridotti.
“Si procede al piccolo trotto verso… il nostro scudetto”, si legge chiaramente dal labiale dell’interista Diego Brocani, frontman della band marchigiana Capabrò.
Dopo una lunga attesa domenica 25 Aprile tornano ad esibirsi dal vivo i Capabrò, in quello che probabilmente sarà l'ultimo giorno ufficiale di stop a concerti e manifestazioni live.
“Per noi è sintomatico e simbolico esibirci per la prima volta in un live completo in streaming soltanto a un passo dalla riapertura generale – così ai nostri microfoni lo jesino Diego Brocani che preferisce non parlare, per scaramanzia, della sua amata e pazza Inter - Siamo una band che per sua indole va controcorrente e ci piace fare le cose solo quando sono rigorosamente fuori moda. Tutto questo però speriamo faccia da motore propulsore a una nuova ripartenza vera e propria e a un ritorno a una normalità che sembra lontana anni luce".

Il titolo dell'evento in programma domenica 25 aprile (ore 21,30, diretta pagina Facebook Capabrò) sarà ‘Musica Live per Smartphone'; il concerto sarà trasmesso dal vivo dal Potemkin Studio di Andrea Mei di Macerata, uno dei centri nevralgici della musica marchigiana, che ha ospitato solo poche settimane fa il live di Danilo Sacco, ex cantante dei Nomadi.

La band Capabrò, vincitrice negli ultimi anni di numerosi premi lungo la penisola tra cui Rock Targato Italia, è nata e si è sviluppata con l'intento di portare la sua musica dal vivo, in mezzo alla gente. Diego Brocani, Giorgio Pantaloni e Alessandro Corvatta rappresentano un trio molto professionale e competente, di certo tra le band più in voga nella nostra regione.
Lo confermano l’elevato numero di riconoscimenti nazionali ottenuti in ambito musicale; la loro sana ironia, unita a un’inconfondibile leggerezza nei contenuti, siparietti e melodie, è stata ripresa anche da Mtv http://testicanzoni.mtv.it/testi-CaPaBr%C3%B2_29048783
Brocani e compagni non si sono però mai montati la testa e continuano a definirsi ironicamente “il miglior gruppo musicale degli ultimi… dieci minuti”.

Quella dei Capabrò è una musica fatta di sudore, energia e spensieratezza. “Tutte cose che mancano da più di un anno - prosegue Diego Brocani (ripreso in una divertente foto con Matteo Renzi a Roma) - Abbiamo lavorato, seppur con mille inghippi e ritmi più blandi del solito, nell'ultima annata ed abbiamo scritto materiale nuovo che vi faremo ascoltare presto. Abbiamo messo sulla carta anche tematiche molto attuali e l'attualità stessa ci ha dato spunto anche a livello testuale per i nuovi brani”.
Adesso più che mai i Capabrò - che già in questi mesi avevano provato a improvvisare serate musicali in streaming - vogliono rispondere concretamente ai vari lockdwon e coprifuoco imposti dalle nostre istituzioni, tornando a suonare da protagonisti quanto meno all’interno dei confini regionali. E speriamo presto in tutta Italia, come da tradizione.
D’altronde negli anni Brocani, Corvatta e Pantaloni ci hanno abituato… fin troppo bene!






Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2021 alle 11:30 sul giornale del 21 aprile 2021 - 402 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, articolo, daniele bartocci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYs0