Quantcast

Jesi in Rima: una poesia di Marinella Cimarelli dedicata al 25 aprile

25 aprile 1' di lettura 25/04/2021 - Stavolta non si ride, ecco un componimento "serio" dedicato alla festa della Liberazione dall'occupazione fascista, il 25 aprile. Buona lettura e buona domenica ai nostri lettori!

Somma Gloria
e riconoscenza
ai morti per la Libertà
in questo giorno solenne
dedicato alla Memoria.
Chino lo sguardo,
rivolto alle corone di Alloro
e di fiori, alle Medaglie
impuntate sul cuore
ed a ciò che rimane
alla Patria, esule di quei figli
perduti, votati al Martirio.
Un ricordo, un pensiero,
una prece... primavera
è alle soglie e tradisce
il profondo sgomento.
Caddero a milioni. nei campi
per le dure battaglie,
al grido di "Libertà"
invocando la propria madre,
Siamo qui a dirvi che vostra
Madre ora è la Terra,
il suolo che avete reso Libero
zolla dopo zolla, sentiero
dopo sentiero, albero dopo albero,
gemme, fiori e frutti rigogliosi
di una Natura Benigna
che vuole esprimere ancora oggi
quale immenso Dono
è stata la vostra Vita.
A memoria sempre.


dalla Redazione di Vivere Jesi
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2021 alle 09:13 sul giornale del 26 aprile 2021 - 268 letture

In questo articolo si parla di cultura, 25 aprile, poesie, articolo, redazione vivere jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZnt

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV
logoEV