Quantcast

Basket: Stavolta The Supporter fa soffrire Rieti. Adesso gara 3 al Pala Triccoli, parola d’ordine: allungare la serie

3' di lettura 18/05/2021 - Non riesce neanche stavolta lo sgambetto a una Sebastiani Rieti, troppo forte e determinata, nei primi due quarti.

Squadra costruita senza mezzi termini per la promozione è partita davvero bene, concedendo poco spazio all’Aurora, fino al riposo, con il tabellone che segnava un 46-26 che sembrava non alimentare speranze ai ragazzi di Ghizzinardi. A un certo punto i laziali hanno dovuto aprire gli occhi e rendersi conto di non avere di fronte una gruppo di "pischelli" arrendevoli, ma un gruppo inesperto quanto si vuole a eventi come la post-season, ma con una identità di squadra.

Va da sè che gli jesini non si sono arresi, anzi hanno rialzato la testa nel momento più difficile. Sono tornati in campo con una energia diversa e tanta, tanta voglia di rimontare. Nel terzo periodo ha mantenuto la concentrazione, evitando di subire altri passivi, nel quarto conclusivo si è vista una grande Aurora: subito un 5-0 in proprio favore, che ha indotto Righetti a rimettere in campo due delle prime linee, Traini e Ndoja, poi il primo canestro subito da Jesi solo dopo 3’22”. Segnali inequivocabili che non sarebbe stata una passeggiata.

E così è stato, perché The Supporter ha siglato una serie incalzante di canestri, 24 alla fine i punti segnati, contro 13 subiti. Se oggi il coach di casa poteva contare su un giocatore in più, Panzini in uscita da Giulianova, Ghizzinardi, che evidentemente con i giovani ci ha preso gusto, inventava un jolly, Ginesi, classe 2003, buttato nella mischia negli ultimi 5’.

Ebbene, con un 3/3 dall’arco Ginesi era il protagonista principale di una rimonta che portava The Supporter sul -2 a 51” dalla sirena (tripla di Magrini).

Rieti cominciava a preoccuparsi seriamente e solo un canestro di Ndoja, non certo lo stesso di gara 1, dopo una lunga serie di errori, riportava i suoi sul +4 a 25”.

A quel punto purtroppo The Supporter falliva una ghiotta occasione con ancora 24” da giocare, praticamente una eternità: due errori dalla lunetta di Quarisa fiaccavano l’ennesimo tentativo per ridurre nuovamente le distanze.

Più preciso al contrario Drigo, che con due tiri liberi chiudeva il match, dopo il fallo inevitabile commesso da Giacché.

Rieti incassa due fiches, che le regalano un vantaggio importante nella serie. Ma questa gara 2 ha dimostrato che, nonostante la diversa caratura tra le due squadre, The Supporter può ancora dire la sua e, perché no, portare l’avversaria almeno alla quarta partita.

Appuntamento al pala Triccoli, venerdì 21 ore 18:00. La partita andrà in diretta su Lnp Pass.

SEBASTIANI RIETI-THE SUPPORTER JESI 75-69 (24-15, 22-11, 16-19, 13-24)

Sebastiani Rieti: Drigo 16 (3/4, 2/5), Loschi 3 (0/1, 1/5), Paci 9 (4/9, 0/0), Ndoja 17 (3/10, 2/6), Traini 16 (3/9, 2/3), Di Pizzo 4 (1/5, 0/0), Panzini 8 (1/2, 2/2), Visentin ne, Cena 2 (1/2, 0/1), Provenzani 0 (0/1, 0/0). All.: Righetti.

Tiri liberi 16/17. Rimbalzi 40, 13+27 (Paci 7). Assist 13 (Ndoja e Traini 4).

The Supporter Jesi: Ferraro 12 (2/3, 1/5), Quarisa 11 (5/7, 0/0), Giacché 15 (6/9, 1/5), Valentini 0 (0/0, 0/0), Magrini 14 (2/4, 2/8), Mancini 0 (0/0, 0/0), Gabriele Mentonelli ne, Simone Mentonelli 0 (0/0, 0/0), Memed ne, Ginesi 9 (0/0, 3/3), Cocco 2 (1/3, 0/0), Giampieri 6 (0/3, 2/3). All.: Ghizzinardi.

Tiri liberi 10/18. Rimbalzi 32, 5+27 (Quarisa 9). Assist 15 (Magrini e Giacchè 6).






Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2021 alle 22:22 sul giornale del 19 maggio 2021 - 305 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3DD





logoEV
logoEV