contatori statistiche

Basket: Jesi, yes! The Supporter porta Rieti a gara 4 con una grande prestazione. Il sogno continua.

4' di lettura 21/05/2021 - The Supporter si scopre per una sera Real e porta la corazzata Rieti a gara 4. Una serata da ricordare, la più bella pagina di storia nella seconda vita dell’Aurora, quella della ripartenza dopo i 22 anni di serie A.

Dopo aver solo accarezzato l’idea di battere Rieti in gara 2, ma la squadra di Righetti a un certo punto aveva sofferto la maggiore energia dell’Aurora, Ghizzinardi, per pungolare i suoi, aveva toccato il tasto migliore, chiedendo di lasciarsi alle spalle la pressione e decidere di godere il momento, provando a divertirsi.

È stato questo, in larga parte il copione di gara 3: di fronte una Real (quella vera), smaniosa di chiudere la serie e allungare i giorni di riposo e una The Supporter intraprendente, mai doma, sempre a inseguire, senza però subire la pressione della gara “da dentro o fuori”.

Primo quarto complicato per The Supporter, che dopo l’effimero vantaggio iniziale, 4-3, subisce in un colpo solo il peggior parziale di tutta la partita, -11 e il massimo svantaggio, -10.

Dopo il primo riposo la squadra di Ghizzinardi ha trovato la giusta energia, ritrovando la scia dell’avversaria, senza mai mollare, con un encomiabile spirito di sacrificio, per provare a giocarsela nell’ultimo quarto.

E così è stato. Come prima cosa è stata registrata la difesa su Ndoja, che nel terzo quarto aveva ripreso a imperversare pericolosamente, ma non solo, perché Rieti ha avuto quasi sempre pochi tiri facili, spesso scoccati allo scadere del tempo a disposizione.

Si è deciso tutto negli ultimi minuti, quando The Supporter ha raccolto i frutti di una partita giocata con intelligenza ed entusiasmo. La squadra di Righetti è sembrata in preda all’ansia da prestazione, cioè all’ansia di poter vincere e chiudere la serie, al punto che si è inspiegabilmente smarrita. Inspiegabilmente, poiché esperienza e forza atletica e tecnica, non le difettano affatto.

A 1’52” Valentini ha portato in vantaggio The Supporter, 2/2 dalla lunetta che sono valsi il 64-63, a seguire il controsorpasso di Rieti, a 59”, grazie a due liberi dell’ex Paci, di gran lunga il migliore dei laziali. Il possesso successivo è valso il nuovo vantaggio: tripla di Magrini per il 67-65 a 33”.

L’ultima fiammata di Rieti è arrivata grazie al marchigiano Traini, che dopo aver subito fallo da Giacchè, ha indovinato il 2/2 ai liberi, che ha portato il match sul 67-67. A quel punto mancavano 14”, una eternità, da giocare però con la palla in mano e The Supporter è uscita dal time-out nella maniera migliore, scegliendo la situazione più intelligente. Palla a Magrini, che a soli 3” dalla sirena attacca il canestro ospite, subendo fallo da Drigo.

Messo al sicuro il risultato con il primo centro, ha preso la decisione migliore, sbagliare il secondo libero e far ripartire il cronometro. Il tentativo di Cena, dalla propria metà campo è finito lontano dal canestro jesino.

Missione compiuta: gara 4 non è più un sogno, nemmeno per quel nutrito di tifosi che ha provato a vedere qualche scampolo di partita dalle porte esterne e non ha saputo resistere a far sentire alla squadra il proprio incitamento.

In occasione di gara 4 la squadra dovrà ripetersi, se vuole costringere Rieti alla bella, sicuramente scenderà in campo al Pala Triccoli con una nuova consapevolezza, vale a dire che Rieti è e resta una squadra fortissima, ma non è quella corazzata imbattibile dei primi quaranta minuti. Anche stavolta il diverso quadro psicologico potrà giocare a favore della squadra di Ghizzinardi.

THE SUPPORTER JESI-REAL SEBASTIANI RIETI 68-67 (14-19; 18-14; 19-19; 17-15)

The Supporter Jesi: Ferraro 14 (3/4, 2/4), Quarisa 2 (1/4, 0/0), Giacchè 12 (2/4, 2/7), Giampieri 9 (1/3, 1/6), Magrini 17 (1/5, 3/7), Mancini ne, Gabriele Mentonelli ne, Memed ne, Konteh 0 (0/0, 0/0), Ginesi 0 (0/0, 0/0), Valentini 2 (0/1, 0/0), Cocco 12 (5/10, 0/0). All: Ghizzinardi.

Tiri liberi 18/22. Rimbalzi 25, 4+21 (Ferraro 5). Assist 10 (Magrini 7).

Real Sebastiani Rieti: Basile 3 (0/0, 1/3), Drigo 0 (0/0, 0/3), Paci 18 (7/8, 0/0), Ndoja 12 (4/9, 1/5), Traini 12 (3/8, 1/4), Di Pizzo 11 (4/5, 0/0), Panzini 6 (3/3, 0/1), Visentin ne, Cena 5 (1/1, 1/2), Provenzani 0 (0/0, 0/0). All.: Righetti.

Tiri liberi 11/15. Rimbalzi 36, 4+32 (Cena, Ndoja, Di Pizzo 7). Assist 8 (Traini).

Arbitri: Lillo e Manco.






Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2021 alle 21:09 sul giornale del 22 maggio 2021 - 353 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/b33g





logoEV
logoEV