Quantcast

Massimiliano Biscuso: "Lo sguardo di Leopardi e di Epicuro sul mondo è profondamente differente"

1' di lettura 13/07/2021 - Membro del consiglio esecutivo dell’Istituto italiano per gli Studi Filosofici presso il quale insegna e svolge attività di ricerca. si dedica alla filosofia con un occhio di riguardo ad Hegel e alla filosofia italiana dell’800 e ‘900. Ha pubblicato diversi libri come ‘’Leopardi antitaliano’’ e ‘’Filosofia e medicina’’.

È la prima volta che partecipa al Festival Epicureo, che aspettative ha?

È la prima volta che partecipo. Mi aspetto un pubblico curioso e attento, un'atmosfera cordiale e informale.

Su cosa verterà il tuo intervento al Festival Epicureo?

L'argomento del mio intervento verterà su alcuni versi della Ginestra che citano il DRN. Proverò a mostrare come lo sguardo di Leopardi e di Epicuro sul mondo e l'esistenza sia profondamente differente, come differente è la concezione dell'infinito spaziale e soprattutto il giudizio sul desiderio e sul piacere.

Possiamo definire Giacomo Leopardi anche un grande filosofo oltre che un grande poeta?

Leopardi è certamente un grande poeta ed è anche un grande scrittore di argomenti filosofici. Sono invece relativamente pochi gli ambiti propriamente originali del suo sistema filosofico.

In confidenza, tra Leopardi ed Epicuro chi preferisce?

Non è possibile scegliere tra due giganti del pensiero.

La partecipazione a tutti gli eventi del Festival Epicureo è gratuita, ma è necessario prenotare via mail scrivendo a infinito@epicuro.org.


da Claudia Chiappalupi
claudia@epicuro.org







Questa è un'intervista pubblicata il 13-07-2021 alle 23:20 sul giornale del 15 luglio 2021 - 152 letture

In questo articolo si parla di cultura, intervista, festival epicureo, Claudia Chiappalupi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b0Rr





logoEV
logoEV