Quantcast

Bornigia (PD) su Cercaci: "Faremo in modo che questo ciclo si chiuda presto"

Chiara Cercaci sulla cronaca nazionale 1' di lettura 29/07/2021 - In un solo balzo Jesi passa dal tricolore repubblicano a Londra, alla bandiera fascista della repubblica sociale di Salò, sventolata in Consiglio Comunale.

Dagli onori della cronaca nazionale alla vergogna e al vero e proprio vilipendio alla nostra Repubblica. Sgomento, preoccupazione e condanna politica sono le prime reazioni possibili al gesto, espresso in modo palesemente provocatorio, dalla consigliera comunale di maggioranza.

Ma la cosa peggiore è che purtroppo non ci stupisce. Soprattutto di questi tempi. L'auspicio è pertanto che anche il civismo tutto autocelebrativo che governa la città, oramai arroccato a difendere una identità trasversale sempre più sbiadita ed invece sempre più chiaramente collocata politicamente a destra, abbia quanto meno la decenza politica di prendere le distanze dal gesto e porre rimedio alla pessima figura riservata alla nostra città.

Siamo ovviamente a chiedere l'assurdo, lo sappiamo, sperando che qualcuno possa prendere le distanze da se stesso. Ma dopo tanto aver visto ed udito è una delle poche speranze che ci rimane, se non altro per il presente della città.

Per il futuro di Jesi faremo in modo che questo ciclo, a strettissimo giro, si chiuda definitivamente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2021 alle 10:45 sul giornale del 30 luglio 2021 - 226 letture

In questo articolo si parla di attualità, stefano bornigia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccBN





logoEV