Quantcast

Monsano: è l'ora del 36° Monsano Folk Festival: primo appuntamento domenica 1 agosto

Gastone Pietrucci 4' di lettura 30/07/2021 - Ritorna anche quest’anno, nonostante l’emergenza coronavirus, la trentaseiesima edizione del Monsano Folk Festival (Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival), voluta tenacemente dal Comune di Monsano, insieme agli altri sei “coraggiosi” comuni dell’anconetano.

Ancona, Camerata Picena, Maiolati Spontini, Morro d’Alba, Polverigi, Serra de’ Conti e l’unico comune del maceratese Castelsantangelo sul Nera, e addirittura un comune dell’Abruzzo, Civitella Alfedena (AQ). E sottolineo “coraggiosi”, perché insieme a Monsano, comune capofila, hanno voluto confermare a tutti i costi e non cancellare questa edizione in attesa di tempi migliori e soprattutto più sicuri, cercando di dare un tangibile segno di continuità e soprattutto di resistenza. Anche quest’anno potevamo rischiare un’estate ancora più solitaria e silenziosa, senza la musica, decisamente l’arte più colpita e danneggiata da questa misteriosa, subdola, feroce pandemia. Invece eccoci qui, anche se ulteriormente ridimensionati a cercare di sconfiggere, con questa edizione “coraggiosa e simbolica”, ancora una volta, la disperazione, il deserto dell’anima e il “silenzio”. L’edizione del Festival 2021, sarà interamente dedicata al ricordo del grande poeta marchigiano recentemente scomparso, Francesco Scarabicchi.

Il Festival, voluto dal Comune di Monsano (An), con il patrocinio della Provincia di Ancona, , ed il sostegno della Regione Marche, della Fondazione Pergolesi-Spontini, curato da La Macina e dal Centro Tradizioni Popolari, per la direzione artistica di Gastone Pietrucci, inizierà a Monsano, domenica 1 agosto, per concludersi “simbolicamente” lunedì 23 agosto a Civitella Alfedena (AQ).

Il sipario si alzerà quindi con questa Serata Inaugurale, DOMENICA 1 AGOSTO, a MONSANO, nella Piazzetta Matteotti, alle ore 18,30, in collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Monsano, con la PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI GASTONE PIETRUCCI, CULTURA POPOLARE MARCHIGIANA (Canti e testi tradizionali raccolti nella Vallesina) con l’amichevole partecipazione straordinaria dei musicisti de LA MACINA.

Dopo la mancata presentazione, nella Galleria degli Stucchi del Museo Civico di Jesi, di sabato 7 marzo 2020, causa inizio lockdwon, tentiamo ora di ripresentare questa importante riedizione 2019, di Cultura Popolare Marchigiana di Gastone Pietrucci, sperando e augurandoci, questa volta di essere più … fortunati!!! Il libro, uscito in poche copie nel 1985, ormai introvabile, è stato finalmente ristampato, in due volumi, nn. 299-300, nella prestigiosa Collana dei Quaderni del Consiglio Regionale delle Marche.

Così scriveva Gastone Venturelli, docente della cattedra di Storia delle Tradizioni Popolari di Urbino, nella prefazione al libro di Pietrucci del 1985: “E’ con viva soddisfazione che vedo realizzata e pronta per la stampa la raccolta di testi poetici popolari cui Gastone Pietrucci lavorava da anni con entusiasmo e competenza. E si tratta di una delle raccolte marchigiane più cospicue, se non addirittura la maggiore per numero di testi (sono infatti ben 633 documenti, con le loro varianti). Nel panorama marchigiano degli studi di letteratura popolare, la raccolta del Pietrucci lascerà certamente un’impronta e gli studiosi avranno d’ora in poi a disposizione materiali sicuri e ordinati, come raramente è avvenuto prima di ora per questa regione […]” Dopo i saluti istituzionali del Dott. Dino Latini, Presidente del Consiglio Regionale delle Marche, Roberto Campelli, Sindaco di Monsano, Rosita Pigliapoco, Assessore Cultura Comune di Monsano, e di Raffaele Bucciarelli, ex-Presidente del Consiglio Regionale delle Marche, le Relazioni di Dino Mogianesi, Direttore del quindicinale Jesi e la sua valle, Stefano Santini, architetto, grafico di tutti i lavori de La Macina, Gastone Pietrucci, autore del libro, saranno coordinate da Allì Caracciolo, poeta, regista, fondatrice dello storico Sperimentale Teatro A (S.T.A.), docente Storia del Teatro (Università di Macerata). Inoltre i musicisti de La Macina (Adriano Taborro, chitarra, violino, Marco Gigli, chitarra, voce, Roberto Picchio, fisarmonica, Marco Tarantelli, contrabbasso) con la loro amichevole partecipazione straordinaria, si esibiranno tra una relazione e l’altra. A tutti i presenti sarà data in omaggio una copia del libro. In caso di maltempo la presentazione si terrà nella nuova sede dell’Adutorium di Monsano (Via Falcone).

Per le disposizioni anticovid 19 , la Presentazione sarà a ingresso libero con prenotazione obbligatoria : La Macina: 07314263 /3356444547 o per e-mail: g.cellinese@alice.it. (Capienza posti della Piazzetta n. 70).

Adriano Taborro, chitarra, volino –Marco Gigli, chitarra, voce- Roberto Picchio, fisarmonica, -Marco Tarantelli, contrabbasso

Il Monsano Folk Festival, continuerà a CAMERATA PICENA, GIOVEDI’ 5 AGOSTO dove alle ore 21,30 e 23,30 nella Corte del Castello del Cassero, con il tradizionale Concerto Acustico della Sera presenterà i GANG (Marino e Sandro SEVERINI) in RITORNO AL FUOCO Straordinaria presentazione in acustica e in due parti, del loro ultimo lavoro discografico . Ingresso Libero. con prenotazione obbligatoria a La Macina: 07314263 o e-mail: g.cellinese@alice.it. (capienza posti nella Corte del Castello n. 40).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2021 alle 17:51 sul giornale del 31 luglio 2021 - 358 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, teatro aperto, gastone pietrucci, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccQL





logoEV