Quantcast

Jesi in Rima: una nuova poesia dedicata al 15 agosto

1' di lettura 16/08/2021 - Quante poesie Marinella ha dedicato, dal giugno 2014, alla giornata del Ferragosto.. Caratterizzata dall tradizionale abbondante 'mangiata', dentro o fuori porta, la mangiata luculliana però può risultare fatale, attenti dunque a non esagerare!

RIME DE FERRAGOSTO
Quante le rime che avrò scritto
a Feràgosto,
le parole è giuste, 'l verso è quello
tosto!
E quanno che descrivo la bella
indigestio'
la magnada ricca tra Cucumbra
e Melo'
pregiutto, affettadi.. ch'è solo
l'Antipasti
senza parla' dei Primi, Secondi..
e que c'è rmasti?
Dirìa proprio niente che te si'
magnado nigo'
i piedi fa le scale e la trippa
è giù 'l porto'.
E' rmasta addièdro perchè
chi la indossa
pure volendo non gliela fa' a fa'
na' mossa!
Dice 'l Dottore: -Ce vòle la lavanda,
perchè oltre 'l magna'
lei c'ha messo la bevanda,
quanti litri de vi' come minimo
ha beùdo?-
E intanto je manna giù la flebo
col soludo,
LO JESINO je guarda tra stupore
e incredulità
mentre pensa fitto:- Guarda
que s'ha da sprega'!!!


dalla Redazione di Vivere Jesi
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 15-08-2021 alle 10:15 sul giornale del 16 agosto 2021 - 375 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesie, articolo, redazione vivere jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ceZc

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV
logoEV