Quantcast

Vivere con Stile: ho 40 anni e non sono uno yogurt in scadenza

3' di lettura 11/09/2021 - Oggi voglio parlare di quel fiore sbocciato, di quel bocciolo fiorito, quella pianta che da un seme genera fiori e nuova vita, no care lettrici, non ho il pollice verde, ne’ tanto meno ho esperienza nel giardinaggio.

Voglio parlare di donne, ebbene sì, quelle donne che sono entrate negli anta, e che, come un fiore, sono sbocciate e sono ancora meravigliosamente belle, piene di vita, forti e vigorose.

Si parla spesso di discriminazioni per motivi etnici, o riguardanti l’orientamento religioso, ma ancora poco, di discriminazione dovuta all’età anagrafica. Non voglio abusare di paroloni forti, ma qui si tratta non solo di vero e proprio bullismo, ma di violenza psicologica. Tra l’altro anche sessista, perché avete mai sentito affermazioni o frasi discriminanti verso gli uomini? Assolutamente no, anzi, l’uomo quando matura, diventa più interessante, affascinante, un vero sex symbol.

Occhi severi, invece, per le donne, per quella nuova ruga al lato del contorno labbra, quella zampa di gallina che timidamente segna il nostro sorriso e tutto ciò che come natura decide, si arrende alla forza di gravità.
Basta con i giudizi, sentenze definitive che ci condannano, non solo ad un brutale deterioramento, ma che costantemente, condizionano la nostra vita e le nostre scelte.

Stanca di sentir dire, che una donna a 40 anni è vecchia per cambiare lavoro, per avere un figlio, per sposarsi. Diciamo basta al ticchettio dell’orologio, quell’orologio che senza tregua, segna il passare del tempo e che ci portiamo dietro ogni santo giorno, come la palla al piede del più temuto galeotto.

Non siamo yogurt in scadenza, vasetti di cibo che, se non sono consumati entro una certa data, vanno gettati via. Siamo persone, esseri umani, donne che hanno la loro storia. Donne che combattono guerre interiori, che hanno il loro bagaglio, hanno pianto, sorriso, fatto progetti, scelte.

Noi siamo quel frutto non più acerbo, ma abbastanza maturo, per essere raccolto e mangiato, perché è questo il regalo che ci fa il tempo… rende il nostro nettare ancora più gustoso. Una donna non può rinunciare ai suoi sogni, desideri, progetti solo perché è arrivata a 40 anni. Gli anta, sono gli anni dalla consapevolezza, della maturità intellettiva, del divertimento e della voglia di vivere. Sappiamo essere amiche, amanti, giocare di intuito, scherzare, sbagliare senza vergogna.

Per non parlare del nostro istinto materno. Ogni giorno, leggo storie, post di donne che sono in cerca di una gravidanza, demoralizzate, discriminate dalla loro età anagrafica. Cari specialisti, non date la scadenza alle nostre ovaie solo per ignoranza e studi arcaici. Aggiornatevi, perché è bene sapere che con un pò di pazienza in più, ci è ancora concesso il miracolo della vita.

La vita non è finita a 40 anni, anzi, è solo all’inizio e volete sapere perché?

Perché una donna matura non è intelligente.. ma saggia, non insinua.. dimostra delicatamente il suo punto di vista, non si precipita ..aspetta e coglie il momento, non pensa in quantità.. ma preferisce la qualità, non vede.. osserva, non corre… cammina, non giudica.. analizza, non cerca.. aspetta che si svegli il sentimento, non prende con forza.. lascia libero, perché sa quello che vuole , come vuole e quando.

Nessuna scadenza, nessun giudizio, viviamo la nostra vita …siamo guerriere senza età.






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2021 alle 14:24 sul giornale del 13 settembre 2021 - 727 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Vivere con stile, Serena Liguori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/citD

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere con stile





logoEV
logoEV