Quantcast

Virale come la poesia, al via la V edizione di Similitudini Festival

Similitudini festival 2021 4' di lettura 16/09/2021 - Dopo le anteprime online, è stato presentato il programma della rassegna: conferenze, mostre, letture e spettacoli teatrali. Il 18 e 19 settembre alla biblioteca Planettiana di Jesi. Già sold out la performance dello scrittore e poeta Guido Catalano.

Al via Similitudini Festival 2021, il 18 e 19 settembre alla biblioteca Planettiana di Jesi. Dopo aver già svelato il primo headliner del Festival, lo scrittore e poeta Guido Catalano, e dopo le due anteprime online, questa mattina è stato presentato il programma completo della manifestazione che ogni anno si propone di indagare la poesia da angolature diverse.
Il tema di quest’anno della rassegna, promossa dall’associazione Liberi pensieri, dal Comune di Jesi e dalla biblioteca Planettina di Jesi, è Virale come la poesia.
Una riflessione sul concetto contemporaneo della viralità, nella sua accezione legata al mondo di Internet e dei social, e su come essa possa essere associata ad una delle arti più antiche e più nobili come la poesia. «Ci eravamo lasciati nel 2019 con la promessa e la voglia di fare di Similitudini Festival un’iniziativa di rilievo nazionale, la pandemia ci ha poi fermati, ma oggi possiamo dire di esserci riusciti», ha affermato Alessandro Moscatelli, direttore artistico della rassegna insieme a Nicoletta Carnevali.

«Siamo riusciti – ha ripreso Moscatelli – ad avere un nome di grande richiamo, come quello di Guido Catalano, che ha subito riscosso l’attenzione del pubblico. Tutto questo, però, senza perdere quel radicamento sul territorio che è uno dei tratti distintivi di Similitudini».

Moscatelli è poi entrato nel dettaglio del programma. Si parte sabato 18 settembre alle 18.30, alla biblioteca Planettiana, con la conferenza dialogo Quel che stavamo cercando, una conversazione con Alessandro Moscatelli e Giovanni Frulla sul testo di Alessandro Baricco. Alle 19.30 poi l’inaugurazione dell’installazione Sentire Dante, nell’anno del 700esimo anniversario della morte del poeta. Alle 21, l’atteso spettacolo Favoloso vivo tour di Guido Catalano. Si prosegue domenica 19 settembre con Eco perenne: la lingua di Omero. Gli studenti del liceo classico “Vittorio Emanuele II” di Jesi, leggeranno in lingua originale brani tratti dall’Iliade di Omero. Dodici postazioni da cui riecheggeranno le gesta di 12 eroi immortali.

«Gli studenti leggeranno in una lingua non compresa dai più – ha spiegato la referente del progetto, la docente Monica Manni –, ma volevamo proprio recuperare il suono originale di questa lingua, il ritmo degli esametri che sono il verso per eccellenza della poesia, da quella epica fino ai giorni nostri». Anche questa proposta, uno spazio di analisi sulla viralità «una viralità ante litteram – ha sottolineato Moscatelli – che ha avuto la forza di giungere fino a noi». Nelle dodici postazioni di lettura-ascolto sarà poi possibile ricevere una cartolina artistica creata appositamente per l’occasione dall’artista Anjeza Rama.

Dalle 18 alle 20 (sempre di domenica 19), lo spettacolo La donna che fece il giro del mondo, un monologo con l’attrice Laura Pettinelli sulla vita di Jeanne Barret, che l’artista ripeterà in loop per sette differenti set con un pubblico di otto spettatori.

«Non potevamo essere più soddisfatti del cartellone proposto dall’associazione Liberi pensieri per questa edizione di Similitudini 2021, una scommessa che è diventata un percorso degno di essere seguito per il Comune di Jesi – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Luca Butini –. La rassegna era partita davvero come una scommessa: riuscire a far arrivare un argomento così difficile come la poesia, appannaggio spesso di pochi appassionati, ad un vasto pubblico. Negli anni abbiamo visto tantissime persone seguire Similitudini, volti ogni anno nuovi, ma anche gli assidui frequentatori della Planettiana che hanno apprezzato negli anni questi linguaggi nuovi».

Similitudini Festival 2021 è stato anticipato con i due incontri online Poesia contro il muro con ospite MEP, Movimento per l’emancipazione della poesia, lo scorso aprile, e Presi nella rete con Andrea Colamedici di Tlon a maggio 2021 (incontri disponibili sulla pagina Fb https://www.facebook.com/Similitudini.Festival).

*In ottemperanza alla normativa nazionale di contenimento del Covid-19, l’ingresso nei locali della biblioteca è consentito solo ai possessori di Green Pass.
Per la conferenza Quel che stavamo cercando, per lo spettacolo Favoloso vivo tour e La donna che fece il giro del mondo i posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria su info.similitudini@gmail.com o allo 0731.538345.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2021 alle 16:44 sul giornale del 17 settembre 2021 - 142 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, Comune di Jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjA3





logoEV