Quantcast

Bottiglia incendiaria davanti alla sede della Cgil. "Preoccupati per il clima, ma non ci facciamo intimidire"

Molotov davanti alla Cgil a Jesi 1' di lettura 14/10/2021 - Le prime dichiarazioni dopo il ritrovamento della molotov, notata da un passante ancora fumante. Non ci sono stati danni. Barbaresi e Bastianelli: "Grave gesto intimidatorio, ma non ci fermiamo".

Giovedì mattina, alle ore 8,30 circa, è stata trovata una bottiglia incendiaria davanti al cancello della sede Cgil di Jesi, in via Colocci 18 Bis. E' stato un passante a notare la molotov ancora fumente e dare l'allerta. Fortunatamente non ci sono stati danni a persone o cose. Sull’episodio sta indagando la Digos di Ancona.

“Siamo preoccupati per il grave gesto intimidatorio – dichiarano Daniela Barbaresi, Segretaria generale Cgil Marche e Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona - ; la Cgil ha già sporto denuncia contro ignoti. Intanto, si ribadisce che il sindacato non si farà intimidire e, anzi, invitiamo lavoratori, pensionati e cittadini a partecipare alla manifestazione di sabato a Roma”.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2021 alle 11:40 sul giornale del 15 ottobre 2021 - 1433 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cgil, jesi, bomba, cgil marche, atto intimidatorio, molotov, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cokw





logoEV
logoEV