Per il campione paralimpico Daniele Cassioli, un intenso week end jesino

4' di lettura 20/10/2021 - Era già stato a Jesi per presentare il suo libro “Il vento contro”, un paio di anni fa, prima dello scoppiare della pandemia. Insomma, il feeling tra Jesi e il campione paralimpico, non vedente dalla nascita, Daniele Cassioli, si rafforza.

Ospite del Lions Club di Jesi, Cassioli ha preso parte ad alcuni incontri con giovani della Vallesina. Il primo incontro si è svolto presso la sala dell’Ex Fondazione Colocci, dove è collocata provvisoriamente una sede distaccata dell’IIS Galilei, alla presenza di circo 50 tra studenti e insegnanti, mentre il resto, circa 120, seguivano in videoconferenza.

I ragazzi hanno seguito con interesse i racconti di Daniele, che ha ripercorso la sua vita, la scoperta dello sport, il suo impegno per la crescita dei bambini e i giovani non vedenti.

Nel pomeriggio Cassioli ha incontrato una decina di ragazzi ipovedenti e relative famiglia, presso la Bocciofila Jesina, per introdurre il suo format “Spazio al gesto”. Lo scopo era dimostrativo, nell’ottica di un progetto, che il Lions Club di Jesi e la UISP di Jesi, vorrebbero attuare in modo continuativo.

All’incontro hanno fatto parte, oltre al Presidente del Lions Club Jesi Giorgio Bartolucci, anche il Presidente della UISP Jesi Stefano Squadroni e l’assessore alla sanità Maria Luisa Quaglieri che si è dichiarata disponibile ad un incontro per verificare disponibilità di palestre e un sostegno da parte del Comune per il progetto.

Venerdì sera è stato il momento della conviviale dei soci del Lions Club Jesi, con parecchi ospiti che hanno ascoltato i racconti di Daniele, intervistato dal giornalista Giovanni Filosa.

Gli incontro con le scuole superiori sono proseguite sabato mattina: al Palasport il Presidente Lions Club Jesi Giorgio Bartolucci e l’Assessore allo sport Comune Jesi Ugo Coltorti hanno salutato alcuni studenti, di Liceo Classico e Scientifico, sottolineando quanto possa essere importante la testimonianza di un campione non solo di sport ma anche di vita come Daniele Cassioli.

L’intervista è stata condotta dal nostro collaboratore Giancarlo Esposto; sono stati proiettati alcuni video emozionanti e toccanti.

In collegamento via zoom, era presente il Prof. Paolo Dell’Aquila, Socio Lions, che ricopre il ruolo di referente per il Distretto Lions 108A sul Tema di studio “Lo sport come mezzo di inclusione sociale”. Anche lui ha salutato ed espresso alcune considerazioni sull’importanza dell’attività motoria per i disabili.

Ultimo della fitta serie di incontri, a Cupramontana presso il rinnovato Teatro Concordia. Sala pienissima e partecipazione entusiasta; Daniele ha riferito di averlo percepito molto bene.

Tante le domande ricolte dai ragazzini, alle quali Daniele ha risposto molto spesso in modo divertente. L’organizzazione è stata curata da Don Giovanni Rossi: una lettrice ha recitato alcuni passi del libro (a febbraio 2022 è prevista l’uscita del prossimo un altro a febbraio) e sul palco si è esibita una banda musicale composta da giovanissimi musicisti.

Il week end jesino si è chiuso con un fuori programma, un’autentica ed inaspettata sorpresa: il Socio Dr. Piero Bologna ha organizzato un incontro con il CT della Nazionale Roberto Mancini, il quale ha chiesto a Daniele alcune informazioni sulle sue performance in acqua. Non è escluso che questo incontro possa far nascere una collaborazione in attività rivolte in favore della disabilità.

In questi due giorni è emersa, sempre palpabile, la gioia di vivere di Daniele Cassioli, il suo modo di affrontare la vita con una serenità che finisce con il contagiare chi ha vicino. Oltre alla sua attività sportiva di rilievo, che ne fanno il più titolato al mondo nella sua categoria, svolge attività in alcune aziende come mental coach, spessissimo incontra studenti e organizza eventi sportivi per disabili tramite la sua società Real Eyes Sport ASD.

Daniele Cassioli è un ragazzo normalissimo a cui piace moltissimo fare sport, divertirsi con gli amici, andare in discoteca e scoprire il mondo attraverso tutti gli altri sensi. La sua capacità comunicativa è al di fuori del comune.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 20-10-2021 alle 07:18 sul giornale del 21 ottobre 2021 - 559 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cplY





logoEV
logoEV