Basket: The Supporter, altra batosta di fronte al proprio pubblico

3' di lettura 24/10/2021 - Secondo impegno al pala Triccoli e seconda pesante sconfitta per una The Supporter ancora brutta a vedersi, dopo l’esordio vincente di P.S.Giorgio, al quale hanno fatto seguito tre sconfitte, contro altrettante squadre alla sua portata.

Aurora in partita solo per metà, poi al primo allungo di Imola, seguito da un pubblico caloroso e corretto, come d’abitudine, The Supporter si è sciolta come neve al sole.

A quel punto si sono visti tutti i limiti attuali della squadra: agonismo zero, tanti tentativi in attacco, per lo più individuali andati a vuoto, una serie impressionante di tiri aperti lasciati all’avversaria.

Una lontana parente di una vera squadra, nella quale si lotta per un obiettivo comune, lavorando solo in settimana, mettendo poi in campo tutta l’energia.

Una prestazione imbarazzante, ancor più preoccupante, che ha confermato un trend da tre settimane negativo.

Pensare che in settimana, società, allenatore e giocatori si erano riuniti per analizzare problemi e prospettive, per chiedere verificare in ciascuno dei protagonisti l’intenzione di continuare ad essere parte attiva nel progetto Aurora.

Nessuno ha dichiarato di volersi tirare indietro, in settimana la squadra ha lavorato sodo, stasera in campo è stato completamente disatteso il piano partita che era stato predisposto.

Fatalmente il campo ha spiegato quanto The Supporter sia ancora lontana dal raggiungere quella minima identità di squadra, che le permetterebbe, se non competere alla pari con tutte le avversarie, per lo meno a uscire dal campo, consapevole di aver dato tutto.

A questo punto, evidenziate le reali debolezze della squadra, idealmente la patata bollente passa nelle mani della società.

Cosa fare di concreto? Guardare al mercato, effettuando tagli ed innesti, oppure rinnovare fiducia al gruppo?

Difficile darsi una risposta immediata.

Intanto incombe Rimini, la prossima avversaria, sul cui campo non sarà certo una passeggiata. Anzi, senza voler profetizzare catastrofi, con l’atteggiamento dimostrato stasera, con i numeri fallimentari estratti dalle statistiche, non c’è da stare allegri!

THE SUPPORTER JESI-ANDREA COSTA IMOLA 55-68 (21-16, 12-16, 11-19, 11-17)

The Supporter Jesi: Ferraro 11 (1/1, 3/3), Gloria 8 (3/11, 0/3), Fioravanti 9 (2/4, 1/6), Fabi 6 (0/1, 2/5), Magrini 9 (0/3, 1/9), Memed ne, Rizzitiello 0 (0/0, 0/1), Ginesi 0 (0/0, 0/0), Cocco 4 (2/3, 0/0), Calvi 8 (3/3, 0/0), Moretti ne, Valentini 0 (0/0, 0/2). All.: Meneguzzo.

Tiri liberi 12/25. Rimbalzi 42, 9+33 (Gloria 13). Assist 13 (Fabri, Magrini 4).

Andrea Costa Imola: Trapani 22 (8/13, 0/5), Carnovali 14 (0/2, 4/9), Calabrese 0 (0/4, 0/3), Vigori 13 (4/5, 1/1), Cusenza 0 (0/2, 0/0), Wiltshire 8 (1/6, 1/4), Fazzi 4 (1/3, 0/3), Guidi 0 (0/0, 0/0), Fussi 0 (0/0, 0/0), Trentin 7 (1/1, 1/1). All.: Grandi.

Tiri liberi 17/25. Rimbalzi 44, 11+33 (Cusenza 9). Assist 9 (Trapani 3).

Arbitri: Silvestri e Spinelli di Roma.

(foto Binci)






Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2021 alle 22:49 sul giornale del 25 ottobre 2021 - 357 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cqeF





logoEV
logoEV