Quantcast

In scena per la prima volta al Pergolesi "Il castello del principe Barbablù" di Béla Bartók

3' di lettura 25/10/2021 - 54esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi: sabato 30 ottobre ore 20,30 e domenica 31 ottobre ore 14, per la prima volta il Teatro Pergolesi accoglie “Il castello del principe Barbablù” di Béla Bartók (1918) con la direzione di Marco Alibrando, regia di Deda Cristina Colonna, scene e costumi di Matteo Capobianco, in una nuova produzione in coproduzione con Teatro Coccia di Novara.

Ancora un titolo d’opera mai allestito prima al Teatro Pergolesi, in scena sul palcoscenico jesino per la 54esima Stagione Lirica di Tradizione. Dopo i successi delle opere “Notte per me luminosa” di Marco Betta, di “Maria de Buenos Aires” di Astor Piazzolla, e del dittico “The Telephone” di Menotti e “La Serva padrona” di Pergolesi, il programma prosegue sabato 30 ottobre ore 20,30 e domenica 31 ottobre ore 16 con “Il castello del principe Barbablù” di Béla Bartók, opera in un atto del 1918, con la direzione di Marco Alibrando sul podio dell’Orchestra Coccia di Novara, la regia di Deda Cristina Colonna, le scene ed i costumi di Matteo Capobianco. Suona l’Ensemble del Teatro Coccia Novara. Nuova la produzione, in coproduzione con Fondazione Teatro Coccia di Novara.

Si tratta di un allestimento inedito, concepito per un nuovo organico orchestrale a 23 elementi, con orchestrazione a cura degli studenti di Accademia Amo, Paola Magnanini e Salvatore Passantino, realizzata sotto la supervisione di Marco Taralli. E in scena due debutti importanti: nel ruolo del Principe Barbablù Andrea Mastroni, basso acclamato da critica e pubblico impegnato in numerosi ruoli nei maggiori teatri del mondo, e in quello di Judith il soprano statunitense Mary Elizabeth Williams. L’opera sarà presentata nella lingua originale del compositore. Ad introdurre il pubblico nel mondo di Bartók un nuovo preludio scritto da Claudio Scannavini, "Dopo l'ultima stanza. Preludio a Barbablù", che vede protagoniste Carolina Rapillo e Giuditta Pascucci.

A kékszakàllù Herceg vara (Il castello del principe Barbablù) opera in un atto su libretto di Béla Balàzs composta nel 1911, rappresenta uno dei capolavori della prima maturità di Bartòk. Influenzato soprattutto dall’impressionismo e in parte dall’espressionismo allora alle sue prima manifestazioni, Il castello del principe Barbablù presenta già uno dei motivi poetici più profondi di Bartòk: quello del mistero. Qui ad essere misterioso, insondabile, è l’animo umano, simboleggiato dal sinistro castello di Barbablù. Nella visione della regista Cristina Deda Colonna, diventa un’esplorazione del conflitto tra mondo maschile e femminile rappresentato dai due personaggi, Barbablù e Judith. “Esplorando Il castello del principe Barbablù - spiega - invece del tradizionale stereotipo di spietata crudeltà uxoricida ho incontrato un personaggio complesso, tridimensionale, fortemente contrastato, umano. Alla disperata ricerca di essere amato incondizionatamente, Barbablù si sposa per l’ultima volta e cedendo alla curiosità di Judit, apre le porte delle sette stanze segrete del suo castello, svelando progressivamente le pieghe nascoste del suo carattere. Dapprima espone le caratteristiche più spaventose - aggressività, crudeltà, forza – per rivelare solo in seguito l’inattesa bellezza, l’orgogliosa grandezza, la profonda tristezza”.

La Stagione Lirica del Teatro Pergolesi di Jesi è curata dalla Fondazione Pergolesi Spontini, con il sostegno di Ministero della Cultura – Regione Marche, Soci Fondatori Comune di Jesi – Comune di Maiolati Spontini, Partecipante Aderente Comune di Monsano, Partecipante Sostenitore Camera di Commercio delle Marche, con il patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche. Educational partner Trevalli Cooperlat, Sponsor P.S. Medical Center. Si ringraziano Emme Tre S.r.l. e tutti i MECENATI 2021 per il contributo erogato tramite Art Bonus

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi: Piazza della Repubblica, 9 – 60035 Jesi (AN) – tel. +39 0731 206888 mail biglietteria@fpsjesi.com – www.lirica.fondazionepergolesispontini.com








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2021 alle 09:50 sul giornale del 26 ottobre 2021 - 146 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cqfF





logoEV