Quantcast

Jesi in Rima: "NO alla violenza sulle donne", la nuova poesia di Morena Focante

No alla violenza sulle donne 2' di lettura 27/11/2021 - Appuntamento con le rime di Morena Focante che questa settimana dedica una nuova poesia alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

"NO alla Violenza sulle DONNE!

ERAVAMO GIOVANI E BELLI

CE SEMO CONOSCIUDI DA MONELLI

UN GIORNO D’ESTADE CE GIURAMMO ETERNO AMORE

DICEI D’AMAMME CON TUTTO ‘L CORE

E ME DIMOSTRAVI UN POTENTE ARDORE

MA ERI SOLO UN BRAO ATTORE

PRESTO LE COSE SO CAMBIADE

S’E’ N CUPIDE LE GIORNADE

L’AMORE DELLA GIOVENTU’

QUELLO TENERO E SINCERO

PIANO PIANO E’ ANDADO VIA

E IO SO DIVENTADA SOLO

L’OGGETTO DEL TUO DESIDERIO

LA TUA GELOSIA

E’ DIVENTADA LA GABBIA MIA

NON PODEO PIU’ PARLA’

OGNI GESTO, ‘N PASSO FALSO

OGNI PAROLA, NA MOSSA STORTA

NON PODEO FA ‘N MOVIMENTO

SENZA PROVA’ ‘N PROFONDO SGOMENTO

ME SENTIO CONTROLLADA

PURE DENTRO AL GABINETTO

ERA FINIDO TUTTO …PURE L’ULTIMO BARLUME D’AFFETTO

ERO DIVENTADA TRASPARENTE

ME TRATTAVI COME NA DEFICIENTE

ME RICORDAI SEMPRE CHE NON VALEO NIENTE

CHE PER COLPA MIA ERI DIVENTADO ‘N PERDENTE

MA COLL’ALTRI CHE IMPOSTORE

T’ATTEGGIAVI AD ORATORE

OSTENTAVI LA NOSTRA QUOTIDIANITA’ CON SOLENNE FALSITA’

LA GENTE PENSAVA CHE ME TRATTAVI COME ‘N GIOIELLO

QUANNO IN REALTA’ ERO SOLO IL TUO ZIMBELLO

ME SBEFFEGGIAI DICENNO: VESTEDE BE’, SISTEMADE I CAPELLI

E METTI I TACCHI A SPILLO!

LA GENTE HA DA PENSA’ CHE NOI VIVEMO

UN MATRIMONIO DA URLO!

IPOCRITA E BUGIARDO, IN TUTTO T’HO ASSECONDADO

FINCHE’ UN BRUTTO GIORNO… M’HAI PURE MENADO

E DA LI’ TANTE ALTRE OLTE

SU DE ME HAI SFOGADO LE TUE IDEE CONTORTE

LE TUE SERATE ANDADE STORTE

IO MENTIVO SOMMESSAMENTE: SO CASCADA DALLE SCALE!

COPRO I LIVIDI SOTTO L’OCCHIALE

COMPLICE DELLE TUE NEFANDEZZE

VITTIMA DELLE MIE DEBOLEZZE

NON RIUSCIO AD ALLONTANATTE

PE’ PAURA DE PIA ‘N FRACCO DE BOTTE

MA ALLA FINE JE L’HO FATTA

DOPO ANNI DE SOPRUSI

HO DETTO BASTA AI TUOI BASTARDI ABUSI!

ADDIO MUTA VIOLENZA

HO DECISO DE FAMME AIUDA’

DA ‘N CENTRO CHE M’ HA DATO UDIENZA

BASTA BUSCA’ , BASTA TRIBBOLA’

IO SO’ NA DONNA E C’HO DIRITTO A SCIALA’

RIVOJO L’ANNI CHE M’HAI TOLTO,

ANDA’ AVANTI E SCORDAMME OGNI TORTO

E LO DIGO A TUTTE LE DONNE ‘NTRAPPOLADE

TROVADE CORAGGIO

PODEDE ESSE AIUTADE!!






Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2021 alle 16:11 sul giornale del 29 novembre 2021 - 220 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesie, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwTd

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV