Quantcast

The Supporter Jesi, semaforo rosso anche a Ozzano.

3' di lettura 28/11/2021 - La formazione jesina è uscita sconfitta nell’anticipo del sabato, pur avendo lottato, senz’altro più a lungo del solito, ma non abbastanza, senza riuscire a cancellare i dubbi sulla sua consistenza, rispetto alle avversarie.

Oggi come oggi appare evidente che, a parte le poche squadre che la seguono in classifica, due delle quali battute negli scontri diretti, le altre sembrano fuori dalla portata del team di Francioni.

Forse serve ancora del tempo, per recuperare quello perduto – del resto una nuova guida tecnica non può fare miracoli immediati – ma intanto le domeniche passano e la squadra non raccoglie punti e la classifica si fa sempre più pericolosa, anche perché l’esperienza insegna che campare sulle debolezze e sulle “disgrazie” altrui, porta decisamente male.

Fa notizia il mancato utilizzo di Rizzitiello, stavolta nemmeno convocato, per la seconda partita consecutiva: in settimana non si è mai allenato per problemi legato al noto infortunio.

A Ozzano la squadra è piuttosto partita bene, giocando un buon primo quarto, chiuso sul +11, ottenendo un massimo vantaggio di 14 a 1’10” del secondo periodo, grazie a una tripla di Ferraro (27-13), poi la squadra di casa ha iniziato a tirare con percentuali migliori e The Supporter ha perduto terreno, sino a subire il sorpasso, in prossimità del riposo, 38-41.

La squadra di Francioni non ha mollato, restando sotto la doppia cifra di svantaggio, poi nell’ultimo quarto Ozzano ha dato la spallata decisiva, arrivando perfino a un vantaggio di 20, sicuramente ingiusto per l’avversaria, gestendo bene il finale, evitando di subire rimonte.

Da segnalare l’uscita anticipata di Fioravanti, a causa dell’espulsione, per aver commesso due falli antisportivi, quando la squadra era ancora in corsa ed è stato proprio in quel momento che Ozzano ha operato l’allungo, forse decisivo.

Nelle statistiche spicca il 19/30 nel tiro da 3 di Ozzano, i cui tiratori hanno colpito pesantemente il canestro jesino.

E si sa che nel basket vige la regola, che nessuno ha scritto, ma tutti conoscono, che si arriva a subire 90 punti in trasferta, difficilmente si vince, anche segnandone 74, oltre la media di campionato, prima di Ozzano inferiore.

Adesso obbligatorio concentrarsi sul doppio turno casalingo consecutivo del 5 (Cesena) e 8 (Kienergia Rieti).

Sinermatic Ozzano - The Supporter Jesi 90-74 (10-21, 31-17, 27-21, 22-15)

Sinermatic Ozzano: Bonfiglio 11 (0/2, 2/5), Chiappelli 7 (3/6, 0/1), Klyuchnyk 19 (2/3, 4/4), Landi 0 (0/0, 0/1), Folli 6 (0/2, 2/3), Lasagni 21 (3/3, 5/7), Ceparano 17 (0/1, 5/7), Iattoni 5 (1/3, 1/2), Barattini 2 (0/2, 0/0), Misljenovic 2 (1/5, 0/0). All.: Loperfido.

Tiri liberi: 13 / 21. Rimbalzi: 35, 7 + 28 (Chiappelli 13). Assist: 24 (Bonfiglio, Chiappelli, Folli 5).

The Supporter Jesi: Gloria 20 (9/16, 0/1), Fioravanti 12 (2/2, 2/4), Magrini 11 (2/4, 2/8), Fabi 10 (2/6, 2/3), Ferraro 9 (0/1, 3/8), Memed 5 (0/2, 1/5), Valentini 3 (1/1, 0/0), Cocco 2 (1/1, 0/0), Calvi 2 (1/1, 0/0), Ginesi 0 (0/0, 0/0), Moretti ne. All.: Francioni.

Tiri liberi: 8 / 11. Rimbalzi: 23, 4 + 19 (Gloria 9). Assist: 19 (Magrini 6).

Arbitri: Fabbri e Cassiano di Roma.

Spettatori: 400 circa






Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2021 alle 19:36 sul giornale del 29 novembre 2021 - 219 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwX5





logoEV