Quantcast

Provinciali, il sindaco Bacci: “Votare Filipponi per evitare che beni e servizi primari vengano affidati a terzi"

Marco Filipponi 2' di lettura 03/12/2021 - Sarà fondamentale per interrompere un disegno politico che ha trasferito a costo zero il controllo delle reti del gas ai toscani, che sta mettendo a rischio il controllo da parte del territorio di uno dei servizi primari quale la gestione dei rifiuti e di un bene primario qual è l’acqua”.

“C’è un preoccupante e ben chiaro disegno politico nella nostra provincia, avallato da una parte del Pd provinciale, alla mercè di un sindaco che impone le scelte a suo piacimento. Ed è quello di affidare a terzi , che con questo territorio non hanno nulla a che vedere, a costo zero i servizi e i beni più preziosi che abbiamo”.

È l’allarme che lancia il sindaco Massimo Bacci, che spiega: “Lo hanno fatto con il gas, dando ad Estra tre consiglieri su cinque nel consiglio di amministrazione della società Edma Reti Gas dove pure il 55% di quote sono della Viva Servizi Gas. Lo stanno tentando di fare con i rifiuti che vogliono mettere, per gran parte del territorio, sotto il controllo di Viva Servizi, forzando più volte la mano sull’approvazione del Piano d’Ambito bocciato ora anche dai tecnici della Provincia.
Ed è più che immaginabile che, di questo passo, lo faranno anche con l’acqua, vale a dire il bene primario che dovrebbe restare sempre sotto il rigoroso controllo del nostro territorio.
Perché è fin troppo evidente che prima lo spacchettamento tra acqua e gas di Viva Servizi, poi la volontà di affidare alla stessa Viva Servizi il controllo dei rifiuti, hanno una regia unica e dunque una medesima finalità.

Alla luce di questo preoccupante scenario che potrebbe ben presto concretizzarsi - continua il sindaco di Jesi - considero le elezioni provinciali l’ultima occasione per erigere un baluardo a difesa della democrazia e della tutela dei beni primari di una comunità che non possono in alcun modo essere svenduti a soggetti terzi che in questo territorio non vivono e non sono rappresentati.

Per questo motivo appoggio convintamente la candidatura alla presidenza dell’avv. Marco Filipponi, sindaco di Genga, sostenuto anch’egli da una lista civica che già, in materia di rifiuti, si era chiaramente schierato contro questa pericolosa deriva - che da politica, diventa sociale, ambientale ed economica - con cui parte del Pd provinciale, schiacciato sulle posizioni assolutiste di un sindaco, sta portando la nostra provincia”.






Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2021 alle 14:41 sul giornale del 04 dicembre 2021 - 364 letture

In questo articolo si parla di jesi, Comune di Jesi, elezioni provinciali, marco filipponi, sindaco di genga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cx1U





logoEV
logoEV