contatori statistiche

Il bilancio dell'attività dei Carabinieri nel 2021: aumento di furti e truffe informatiche, in calo reati per droga

carabinieri 8' di lettura 03/01/2022 - Il Comando Provinciale Carabinieri di Ancona traccia un bilancio delle attività svolte durante l’anno appena trascorso. Sul territorio provinciale l’Arma è presente con 5 Compagnie (Ancona, Jesi, Senigallia, Osimo e Fabriano), che coordinano l’attività di 38 Stazioni ed una Tenenza, oltre che con il Reparto Operativo a vocazione prettamente investigativa.

Pur nelle difficoltà affrontate nel corso della pandemia che ha caratterizzato anche il 2021 ed imposto comunque restrizioni di vario tipo, significativo è stato l’impegno dell’Arma nella prevenzione e nella repressione delle attività delittuose.

Una cifra per tutte, è data dalle oltre 60mila telefonate giunte nella sola Centrale Operativa di Ancona sulla linea di emergenza, a cui è corrisposto, ovviamente, quasi sempre, un intervento sul territorio.

Il 2021 ha fatto registrare un aumento dei delitti denunciati all’Arma rispetto al 2020, quest’ultimo caratterizzato da lunghi periodi di lockdown.
Nel 2021 sono stati denunciati all’Arma, infatti, complessivamente 8.682 delitti con un aumento rispetto all’anno precedente del 6,5%.
Il 2021 ha fatto registrare una flessione delle persone denunciate a piede libero, pari al 14,77% (3010 nel 2021 contro 3532 nel 2020) e delle persone tratte in arresto – 22 % (420 nel 2021 contro 544 nel 2020).

In netto calo gli omicidi per cui si è passati dai 3 omicidi del 2020 a un solo omicidio nel 2021; i responsabili degli efferati delitti sono stati tutti assicurati alla giustizia.

Nel dettaglio degli altri reati si registra un aumento dei furti pari al 13% (che passano da 2.209 nel 2020 a 2.500 nel 2021).
Vi è stato un leggero aumento dei furti in abitazione del 3,1% (da 545 del 2020 a 562 del 2021), ed un calo dei furti di auto pari all’11% (99 nel 2020 ed 88 nel 2021), in calo anche i furti su auto del 13,6% (145 nel 2021 contro 168 del 2020) mentre si registra un leggero aumento pari al 5,8% dei furti negli esercizi commerciali (180 nel 2021 contro i 170 del 2020).

Stabili le rapine pari a 35 sia nel 2020 che nel 2021. In calo del 28,4% i reati per stupefacenti che passano da 278 nel 2020 a 199 nel 2021. In leggero aumento le truffe e le frodi informatiche del 5,5% (da 1.387 nel 2020 a 1.464 nel 2021).

In leggero calo del 7,25% il numero complessivo dei controlli svolti dalle pattuglie proiettate sul territorio (136.108 nel 2020 contro i 126.235 del 2021). Sullo stesso trend le persone identificate (156.742 nel 2020 contro 126.235 del 2021) e i veicoli controllati (119.033 nel 2020 contro i 104.996 nel 2021).

Nel corso del 2021 il n. totale di delitti commessi nella Provincia è pari a 10.485 di questi l’Arma procede per n.8682 pari all’82,8%.

Del 2021 si ricordano su tutte alcune principali operazioni:

- il 14 gennaio 2021, nei comuni di Ancona e Jesi, il Nucleo Investigativo di Ancona ed il Norm della Compagnia CC di Jesi hanno deferito in stato di libertà un pregiudicato albanese, al momento resosi irreperibile, per detenzione ai fini di spaccio di complessivi kg.8,825 di marijuana, gr.947 di cocaina, gr.500 di hashish e 1.255 piante di cannabis. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati anche 117.730,00 euro ed una pistola con relativo munizionamento. L’uomo è stato poi sottoposto a fermo di indiziato di delitto.

- in data il 24 febbraio 2021, nel comune di Ancona, la Stazione Carabinieri di Ancona Centro e il Norm della locale Compagnia Carabinieri hanno deferito n. 3 romeni che, dopo aver carpito il codice PIN del bancomat di una persona anziana lo avevano derubato della tessera ed avevano prelevato 500,00 euro da un atm; -

in data 11 marzo 2021, nel comune di Ancona, il Norm della Compagnia CC di Ancona ha deferito in stato di libertà n. 12 persone (n. 9 romeni e n. 3 italiani) per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, falsità ideologica e violazioni in materia di intestazione di autoveicoli. Il sodalizio, tra il 2014 e il 2021, aveva costruito n. 6 imprese individuali attraverso le quali erano state intestate fittiziamente n. 1337 vetture, al fine di eludere gli obblighi di natura fiscale conseguenti la loro vendita, per un volume di affari stimato in oltre 3 milioni di euro;

- il 28 aprile 2021, nelle province di Ancona, Macerata, Rimini e Cesena, la Tenenza Carabinieri di Falconara M.ma, al termine di un’attività investigativa inerente ad un sodalizio dedito al traffico illecito di stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana sui territori delle province di Ancona, Macerata e Rimini, ha eseguito 13 ordinanze di custodia cautelare (6 in carcere e 9 agli arresti domiciliari). L’operazione si è conclusa con il deferimento in stato di libertà di altre 27 persone e l’esecuzione di 25 perquisizioni domiciliari, nel corso delle quali sono state arrestate altre 4 persone nella flagranza dei reati di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Gli accertamenti svolti hanno, inoltre, permesso di portare alla luce un contesto criminale in seno al quale venivano perpetrate estorsioni nei confronti degli acquirenti dello stupefacente e, in un caso, anche il sequestro di uno di essi, nonché di eseguire il sequestro di un esercizio commerciale sito nel capoluogo, acquistato con i proventi dell’illecita attività;

- il 6 agosto 2021, nel comune di Osimo, militari del NORM della locale Compagnia CC hanno deferito in stato di libertà un pregiudicato romeno individuato quale autore di tre furti, di cui tentati, commessi nel periodo giugno-agosto 2017 in danno di distributori di carburanti ubicati in Camerano;

- il 14 settembre 2021, nel comune di Castel Volturno (CE), militari del Norm della Compagnia CC di Osimo hanno eseguito una o.c.c. nei confronti di un pregiudicata iraniana ritenuta responsabile di furto aggravato commesso in danno di una persona anziana. Nello stesso ambito investigativo sono stati deferiti anche i correi dell’arrestata, tre pregiudicati della medesima nazionalità, le cui posizioni sono al vaglio delle competenti Magistrature in quanto ritenuti responsabili di altri 9 furti in danno di persone anziane, commessi in varie località del territorio nazionale tra agosto 2019 e gennaio 2021;

- il 18 ottobre 2021, nelle province di Modena, Lecco e Forlì Cesena, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Ancona e di Modena, nell’ambito di un’attività d’indagine originata dallo sviluppo dell’inchiesta svolta a seguito dei tragici eventi verificatisi nella notata dell’8 dicembre 2018 presso 3 la discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo, hanno arrestato per associazione mafiosa, detenzione di armi e droga, 4 soggetti legati a vario titolo ai soggetti implicati nei noti fatti criminosi;

- il 25 ottobre 2021, nella nottata in Osimo, i Carabinieri del N.O.R.M. della Compagnia di Osimo, hanno arrestato in flagranza di reato, per furto aggravato, 5 persone originarie della provincia di Foggia le quali a bordo di più mezzi pesanti ed automobili si erano impossessati di un grosso carico di polimeri rubato poco prima presso un’azienda osimana;

- il 23 novembre 2021, nella provincia di Ancona, il Nucleo Investigativo di Ancona ha deferito in stato di libertà n. 11 persone per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti, rapine, ricettazione e riciclaggio, nonché per la violazione della normativa in materia di armi e incendio. L’indagine riguarda un gruppo, formato da soggetti italiani tra loro legati da vincoli familiari, dimoranti nella provincia anconetana, che aveva costituito un’associazione che si era prefissa l’obiettivo di commettere più reati del tipo furti aggravati ai danni di dispositivi bancomat mediante utilizzo della cosiddetta tecnica della “marmotta”, ovvero l’impiego di un contenitore metallico all’interno del quale vi è della polvere esplosiva che viene fatta deflagrare con innesco elettrico. Il gruppo non disdegnava di commettere rapine ai danni di esercizi commerciali o altro ed allo stesso tempo sono stati indagati anche alcuni soggetti che, venuti in possesso di banconote sicuramente provento di furto poiché “macchiate di rosso”, riciclavano il denaro mediante immissione nel circuito delle “slot machines”.
Sono stati documentati diversi episodi criminosi, commessi nelle province di Ancona e Macerata nel periodo dicembre 2016 – aprile 2021, e tra questi 7 a carico di istituti bancari, un supermercato ed un ufficio postale;

- il 27 novembre 2021, nel tardo pomeriggio, in Loreto, i Carabinieri del N.O.R.M. di Osimo hanno arrestato in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, ricettazione, lesioni personali, un 35 enne albanese che dopo un rocambolesco inseguimento a bordo di un’autovettura Audi, sulla quale viaggiava insieme a dei complici sospettati di essere gli autori di una serie di furti sulla costa adriatica, veniva intercettato da parte di alcune pattuglie dei Carabinieri che non esitava a speronare per fuggire;

- il 16 dicembre 2021, nella mattinata, i Carabinieri di Numana e della Compagnia di Osimo, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 3 persone nei cui confronti, a seguito delle indagini svolte dai CC di Numana, sono stati raccolti elementi di reità in merito alla consumazione – nel periodo settembre ed ottobre 2021 – di 9 furti ai danni di ristoranti ed esercizi commerciali della riviera del Conero.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2022 alle 14:11 sul giornale del 04 gennaio 2022 - 148 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, jesi, pesaro, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cDdn





logoEV