x

SEI IN > VIVERE JESI > SPORT
comunicato stampa

Scherma: il CT Cerioni saluta il nuovo anno e riporta la nazionale a Jesi

2' di lettura
254
da Club Scherma Jesi

Ritiro nazionale scherma a Jesi

Il CT della nazionale di fioretto ha deciso di riportare la nazionale al completo presso il Club Scherma Jesi per il ritiro federale.

Coadiuvato dai tecnici del Club jesino, Giovanni Trillini e Annalisa Coltorti, dal 3 al 7 gennaio i fiorettisti tricolore ritorneranno dopo anni ad allenarsi a Jesi. Con la partenza a razzo grazie ai successi della prova femminile di coppa del Mondo di dicembre in Francia (Oro individuale di Alice Volpi e Oro della prova a squadre) Cerioni si è già preso una rivincita rispetto ai risultati di Tokio 2020. “Ora ci aspetta” dichiara il CT “la gara di coppa del mondo maschile a gennaio a Parigi per riportare anche i ragazzi ai massimi vertici internazionali.”

Il Presidente del Club Scherma Jesi Dellabella, ringraziando la Federazione ed il CT per aver organizzato l’appuntamento presso il palascherma jesino, ribadisce: “E’ un bell’evento che vuole portare ottimismo in periodo di enorme criticità anche per il mondo sportivo a causa del Covid. Siamo orgogliosi che una nazionale così prestigiosa sia ritornata a Jesi, tra l’altro con molta soddisfazione da parte degli atleti che dicono di sentirsi a casa. Ottimo segnale che va nella giusta direzione del nostro Club nel voler sempre più essere accogliente e rafforzare il suo ruolo di riferimento per la scherma nazionale ed internazionale. Per quello che riguarda gli aspetti sportivi siamo soddisfatti che il Club Scherma Jesi sia ben rappresentato nella compagine nazionale con 4 atleti: Volpi, Monaco, Ingargiola e Marini.”

Oltre i ragazzi convocati, collaborano con il gruppo di allenamento altri atleti del Club di diverse nazionalità tra cui il Ceco Alex Choupenich, bronzo individuale di fioretto nell’ultima olimpiade di Tokio, a dimostrazione del carattere internazionale della società jesina.





Ritiro nazionale scherma a Jesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-01-2022 alle 17:47 sul giornale del 07 gennaio 2022 - 254 letture