contatori statistiche

Vivere con stile: cosa c’è da sapere sul "filler labbra" prima di prendere appuntamento

5' di lettura 29/01/2022 - Tendenza, moda, benessere, bellezza, fanno parte di un mondo in continua evoluzione, come una cellula che si trasforma, evolve, si rinnova, con la promessa solenne di renderci più affascinanti e giovani per l’eternità.

Esistono tendenze estetiche, che scoppiano all’improvviso e scompaiono altrettanto improvvisamente. Altre, invece, acquistano popolarità con discrezione, consolidandosi nel tempo, come il “filler” labbra. Lungi dall’essere una meteora, è ancora oggi, protagonista nell’universo femminile, spopolando soprattutto tra le girls giovanissime. Oggi si sente molto parlare di filler, dalla vicina di casa, all’amica, all’estetista, sembra proprio che tutte abbiamo fatto qualche ritocchino.

Mentre in passato, per interventi di correzione estetista ci si rivolgeva alla chirurgia plastica, oggi, si preferisce, la medicina estetica. Sicuramente perché si ottengono risultati eccellenti con sedute meno invasive e meno costose, seppur con una durata limitata nel tempo. Ovvio è, che dobbiamo rivolgersi solo a personale altamente qualificato, no a ciarlatani o fake della chirurgia plastica.

Con il termine “filler”, (dall’inglese to fill = riempire) si definisce, non una sostanza, ma piuttosto, una metodica che consiste nell’iniezione nei tessuti molli, di una o più sostanze, di varia natura, in grado di correggere il volume, per ottenere miglioramenti estetici o trattare alcune affezioni cutanee. La grande varietà di filler a disposizione, permette ai medici, di personalizzare il trattamento per ogni paziente. Si tratta di ridefinire per esempio, il contorno labbra, di correggere l’asimmetria o le proporzioni, aggiungere o ripristinare il volume o di reidratare per appianare le rughe.

Esistono due tipi di filler dermici: quelli a base di acido ialuronico, più specificatamente usati per le iniezioni alle labbra, e i biostimolanti. I medici, tendono a favorire i primi, in quanto, sono temporanei, reversibili e perchè l’acido ialuronico, è una sostanza che viene sintetizzata naturalmente dal nostro corpo. Questo filler, aggiunge volume all’area in cui è iniettato, donando un aspetto più turgido e compatto.

Fortunatamente poche pazienti optano per l’effetto canotto, che è tutto tranne che un effetto naturale, effetto per il quale ,invece, optano la maggior parte delle clienti. Chi ricorre al filler, non lo fa solo per motivi estetici, spesso, ad esempio, aumentare il volume della labbra, può risolvere diversi problemi, come i difetti congeniti, o un eccesso di tessuto cicatriziale sul labbro, causato da un incidente, in questo caso l’intervento è considerato ricostruttivo.

Uno dei motivi più forti che spingono molto donne a ricorrere al filler, è il trascorre del tempo, la cosiddetta età che avanza. Molte dicono no al ticchettio dell’orologio, che inesorabile lascia i suoi segni nel nostro corpo. Se fare un piatto con il diavolo ci sembra eccessivo, possiamo sempre affidarci ai nostri amati medici estetici.

Le donne avanti con l’età, si lamentano di non riuscire a mettere il rossetto perché non sta più su', e le più nostalgiche, portano le fotografie di quando erano più giovani per mostrare l’effetto che vogliono ottenere.

Il filler può essere utilizzato, anche semplicemente per idratare le labbra, l’acido ialuronico, infatti, trattenendo l’umidità della pelle, è davvero ottimo per chi ha secchezza cutanea.

Quale è il filler migliore per le labbra?

E’ importante rivolgersi a professionisti del settore, che possono offrirvi una scelta di prodotti, diffidate di chi ve ne propone uno solo, potrebbe indicare che c'è un accordo tra medico e casa farmaceutica. Ricordiamoci che le labbra sono una zona delicata ed ogni pelle ha delle esigenze diverse, quindi il nostro medico, deve offrirci più opzioni per il nostro trattamento.

Cosa dobbiamo fare prima dell’iniezione?

La settimana che precede l’appuntamento, soprattutto le 48 ore prima, prevedono il divieto di fumare, di bere alcolici e di assumere anticoagulanti e integratori alimentari come l’erba di san Giovanni, la vitamina E e l’olio di pesce, perché diluiscono il sangue, aumentando la probabilità di sviluppare edema e gonfiore. E’ importante poter dare le giuste indicazioni prima dell’intervento, in modo tale che la paziente possa risparmiarsi alcuni effetti collaterali.

Gli effetti collaterali vanno da edemi e irregolarità, ma non si può non enunciare anche l’elenco dei rischi più gravi, e'’ molto importante essere consapevoli delle azioni che svolgiamo, soprattuto, quando riguardano la nostra salute.

Inoltre gli esperti spiegano che solo certe forme anatomiche possono sostenere gli interventi volumizzanti. Un professionista esperto, capisce subito e fino a che punto un tipo di labbro può essere riempito con il filler.

Per vedere il risultato definitivo, occorre aspettare un paio di settimane, senza dimenticare che dopo l’iniezione, potreste avere degli edemi o gonfiori. La durata del filler , non è sempre uguale, perché dipende sia dalla tipologia di prodotto iniettato, sia dallo stile di vita del paziente. Si stima tra i medici, dai sei ai dodici mesi la sua efficacia.

Il costo del trattamento, varia a seconda del professionista che lo esegue, dalla città, e dal numero di siringhe iniettate, ma nel caso di un dermatologo o di un chirurgo plastico, la spesa si aggira tra i seicento euro o poco più.

Ognuno di noi ha la propria percezione di se stessi, che è unica, irreversibile, a volte inconcepibile agli occhi degli altri. Con ciò, se possiamo, accettiamo ciò che la natura ci ha concesso, e se proprio facciamo fatica, allora dico si, al ritocchino. Che la medicina estetica sia solo per potersi accettare meglio, ma, mai per compiacere agli altri e come dice Thich Nhat Hanh: “Essere belli significa essere se stessi, non è necessario essere accettati dagli altri, è necessario accettare se stessi.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2022 alle 12:57 sul giornale del 31 gennaio 2022 - 254 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Vivere con stile, Serena Liguori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHRe

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere con stile





logoEV
logoEV