contatori statistiche

FP CGIL Area Vasta 2: "Dipendenti lasciati senza compensi incentivanti"

2' di lettura 27/02/2022 - I dipendenti dell’Azienda Ospedaliera di Torrette di Ancona hanno già ricevuto in Busta paga l’Acconto della Produttività Collettiva anno 2021. Quelli dell’INRCA di Ancona percepiranno tale spettanza con Il Cedolino di marzo, oppure di aprile corrente anno.

Nella Provincia di Ancona, soltanto l’Area Vasta 2 non sa ancora QUANDO potrà corrispondere al proprio personale tale compenso incentivante, ciò per colpa dell’ASUR Marche.

E, sempre in tema di Incentivi, mentre la Regione Marche illustra gli investimenti in termini di Masterplan ed edilizia sanitaria, l’ASUR Marche si distingue anche per aver liquidato, ai propri dipendenti di Via Oberdan in Ancona, i compensi specifici relativi agli Incentivi per le Funzioni tecniche, lasciando invece con un pugno di mosche in mano i dipendenti del Servizio Tecnico/Manutenzione dell’Area Vasta 2, da sempre impegnati con le attività di particolare complessità.

Ossia le manutenzioni ordinarie e straordinarie.

Dipendenti del Servizio Tecnico/Manutenzione dell’Area Vasta 2 che attendono addirittura di percepire le legittime spettanze degli anni pregressi, ante coronavirus.

Accordi Collettivi Integrativi di Area Vasta 2 riguardanti tali compensi Incentivanti, Produttività Collettiva ed Incentivi per le Funzioni tecniche, che non mancano, sono agli atti, regolarmente conclusi al Tavolo di Contrattazione decentrata di Area Vasta 2, ma l’Area Vasta 2 non può procedere a corrispondere le legittime spettanze ai propri dipendenti per colpa dell’ASUR Marche.

E questo atteggiamento trova particolare acredine solamente nei confronti dell’Area Vasta 2, in quanto l’Area Vasta 1 e l’Area Vasta 3 hanno proceduto, ad esempio, a liquidare le spettanze ai propri dipendenti aventi diritto circa l’Incentivo per le Funzioni tecniche, senza ricevere lo stesso trattamento ed ingerenze da parte dell’ASUR Marche.

Area Vasta 2 nemmeno in condizione di poter assicurare, pur previsto dal Contratto nazionale, le ferie ed i riposi solidali al proprio personale che presenti situazioni drammatiche di assistenza ai propri figli minori, necessitanti di cure costanti, volontariamente offerti, a titolo gratuito da altri dipendenti.

Non lo può fare, pur avendo concluso da tempo, l’Area Vasta 2, al proprio Tavolo negoziale, con la RSU, una Intesa sugli Istituti contrattuali, tra cui il summenzionato Istituto.

Non riesce a farlo per il delirio dell’ASUR Marche di voler mettere le mutande al mondo, pretendere cioè un'unica Regolamentazione, su tutte le questioni, a valere per tutte le Aree Vaste, a fronte poi di un dato di fatto, oggettivo, come appena evidenziato, dimostrante incoerenza.

Ed intanto i dipendenti delle Aree Vaste, dell’Area Vasta 2 in particolare, quella più grande, risultano discriminati e penalizzati, trattati difformemente, pure offesi, altro che eroi da valorizzare per la lunga stagione COVID-19.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2022 alle 23:14 sul giornale del 28 febbraio 2022 - 149 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, cgil, sindacato, Area vasta 2, funzione pubblica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cOn1





logoEV