contatori statistiche

Scomparsa di Andreea Rabciuc, il fidanzato in caserma, ora è indagato. Sigilli al casolare della festa

Indagini scomparsa Andreea 2' di lettura 13/04/2022 - Si cerca dall'11 marzo Andreea Rabciuc la ragazza di 27 anni scomparsa nel nulla, dopo una festa in un casolare di Moie con amici e con il fidanzato Simone.

Ed è proprio lui a varcare i cancelli della caserma dei Carabinieri di Jesi il 13 aprile, oltre un mese dalla scomparsa della ragazza, mentre il casolare ed una roulotte dove hanno trascorso la notte sono stati posti sotto sequestro. Ma non è l'unico ad essere stato convocato, perché si sono presentati anche Aurora, ragazza che conosce la coppia e che era presente alla festa, e Francesco il proprietario del casolare. Lo scopo delle operazioni pare essere finalizzato alla acquisizione di materiale utile per le indagini. Intorno alle 13 ha fatto il suo ingresso in caserma anche il Pubblico Ministero della Procura di Ancona Irene Bilotta, titolare del fascicolo sul quale ad oggi risulta iscritto come indagato proprio Simone Gresti: l'auto, il cellulare, un tablet e alcuni vestiti saranno oggetto di accertamenti tecnici nelle prossime ore, pertanto si tratta di atto a garanzia dell'indagato, che potrà partecipare alle operazioni disposte dalla magistratura.

Gli ultimi messaggi contenuti nel cellulare della ragazza potrebbero contenere informazioni utili sui rapporti con il fidanzato ma anche sulle sue intenzioni dichiarate al suo ex Daniele, al quale ha chiesto aiuto per scomparire e non far sapere dove si trova.
Un litigio con il fidanzato durante la festa forse perché impegnata a chattare, lui che le ruba il cellulare (lo terrà per due giorni prima di consegnarlo alla madre di Andreea), lei che scappa il mattino presto, lasciando la festa da sola, senza il telefono, documenti, soldi, lungo la strada provinciale montecarottese in direzione di Jesi. Questo è ciò che il proprietario del casolare presente alla festa ha dichiarato alla trasmissione "La vita in diretta". In zona, verso la vicina Moie, è presente un distributore sul quale sono installate telecamere di sorveglianza, purtroppo non attive nelle ore della scomparsa di Andreea. Le ricerche non hanno dato esito e si cerca ancora di capire cosa sia accaduto, sta di fatto che nessuno ha notato la presenza della ragazza nella zona vicina al casolare.

La madre ha subito iniziato a cercarla, ma lei sembrava già sparita nel nulla il mattino dopo la festa. mentre il cellulare, il giorno dopo era ancora nelle mani del fidanzato. Solo pochi giorni prima della sua scomparsa lui aveva postato sul suo profilo facebook un messaggio che depone chiaramente per la turbolenza del loro rapporto. Sempre attraverso un post si è anche dichiarato estraneo rispetto alla scomparsa della ragazza.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Jesi.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319490 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_jesi o cliccare su t.me/vivere_jesi. Per tutte le notizie cercare il canale @viverejesi2 o cliccare su t.me/viverejesi2.

di Cristina Carnevali e Andrea Bocchini





Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2022 alle 07:12 sul giornale del 14 aprile 2022 - 1829 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, jesi, festa, moie, scomparsa, casolare, articolo, Andreea Rabciuc, Andrea Rabciuc

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/c1g7





logoEV
logoEV
qrcode