Quantcast

Basket: la General Contractor inizia la serie play-out con una netta vittoria

3' di lettura 16/05/2022 - Gara1 si chiude con un successo netto della squadra di coach Francioni, arrivata addirittura a dilagare nel punteggio, fina a un massimo di +39, che la dice tutta sulle intenzioni degli jesini, di uscire prima possibile dalle sabbie mobili.

Ma se il tabellone del pala Triccoli dice 85-46, appunto +39, non si è trattato di una vera passeggiata, anzi per almeno 15’ gli ospiti hanno comandato nel punteggio, fino a un incoraggiante +10, frutto più che altro dell’impaccio dei padroni di casa nelle fasi inziali, che lasciava però presagire un match difficile. A conti fatti significavano ben poco le appena 4 vittorie di Civitanova contro 10 di Jesi nella stagione regolare: si sa, play-off e play-out azzerano tutto e si ricomincia, praticamente da capo.

Mentre gli ospiti a inizio match hanno dimostrato di aver imparato la lezione, resettando gli insuccessi precedenti, dimostrandosi assai concentrati, l’Aurora ha fatto fatica ad appropriarsi del match, come la differenza di caratura e potenzialità di organico, poteva far supporre, al contrario si è trovata a dover soffrire la difesa ben organizzata da Schiavi, che ha ingabbiato come prima cosa Gloria, concedendo per lo più tiri dalla distanza e dato che nel primo quarto la General Contractor ha dilapidato ben 10 triple, mettendone a segno solo 2, la squadra di Francioni si è trovata inopinatamente a inseguire.

A metà del secondo quarto, lanciata dalle triple di Magrini, e dalla determinazione di Rizzitiello, la General Contractor ha effettuato il primo strappo importante, togliendo alla Virtus la sicurezza, costruita mattone dopo mattone, portandosi in vantaggio, fino a lanciare una volata nella quale gli ospiti si sono fatti seminare. Quando la partita è finita in mano alla squadra di casa, Civitanova si è spenta con il passare dei minuti, facendosi anche del male, con le proteste della panchina, costate due tecnici ed una espulsione, che hanno dato forse il colpo decisivo, dal punto di vista mentale.

Merito di Jesi o demerito di Civitanova? Direi tutte e due le cose, fatto sta che la squadra ospite, se vuole salvare le penne, dovrà fare molto di più.

Tutto il resto non conta, se non per le statistiche: vincere di 1 o di 39 non avrebbe modificato il senso di questi play-out, contava solo portare a casa il primo punto, cosa che la General Contractor è riuscita a fare. Ora spetta ai due tecnici eliminare errori e carenze: la squadra di casa deve rivedere l’approccio un po’ troppo morbido, ricordando che mancano ancora due vittorie (delle quali almeno una a Civitanova) per considerarsi salva, quella ospite, dimostratasi ben poca cosa, deve riflettere sul crollo, più mentale che fisico, che l’ha portata a perdersi.

1-0 palla al centro utilizzando un termine calcistico, secondo punto in palio mercoledì 18 alle 20:30, sempre al pala Triccoli.

GENERAL CONTRACTOR JESI-VIRTUS CIVITANOVA 85-46 (12-15, 19-9, 27-10, 27-12)

General Contractor Jesi: Ferraro 7 (2/2, 0/3), Gay 15 (3/7, 3/8), Gloria 11 (4/6, 0/0), Valentini 2 (1/1, 0/2), Rocchi 11 (1/3, 3/9), Giulietti 0 (0/0, 0/0), Memed 8 (1/1, 2/3), Moretti ne, Ginesi 6 (0/0, 2/2), Rizzitiello 7 (2/2, 1/3), Cocco 2 (1/1), Magrini 16 (0/0, 5/13). All.: Francioni.

Tiri liberi 7/9 – Rimbalzi 42, 7+35 (Gay 10) – Assist 17 (Gay, Valentini 5).

Virtus Civitanova: Rosettani 2 (1/4, 0/0), Gulini 11 (3/6, 0/5), Felicioni 3 (0/0, 1/5), Riccio 9 (1/4, /7), Musci 8 (4/4, 0/0), Abbate 0 (0/0, 0/0), Montanari 0 (0/0, 0/0), Costa 0 (0/5, 0/3), Seri ne, Pedicone 4 (2/4, 0/1), Vallasciani 4 (0/1, 1/2), Dessì 5 (1/2, 1/3). All.: Schiavi.

Tiri liberi 7/17 – Rimbalzi 38, 9+29 (Musci 7) – Assist 7 (Dessì, Vallasciani 2).






Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2022 alle 21:44 sul giornale del 16 maggio 2022 - 249 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7B2





logoEV
logoEV