Quantcast

Basket: General Contractor, tutto da rifare

4' di lettura 19/05/2022 - La brutta copia della squadra di tre giorni fa, lascia la vittoria ad una Virtus Civitanova, per niente abbattuta dalla precedente batosta, che ha dimostrato l’atteggiamento giusto, quello con il quale si devono affrontare partite come questa.

Tanta umiltà, tanta voglia di dimostrare di meritare la categoria, una non comune capacità di sacrificarsi, in special modo per Riccio, autentico mattatore, quello che, più di tutti, ha fatto pendere l’ago della bilancia dalla parte di Civitanova. E poi, perché no, la voglia di riscatto di Costa, quello che in gara1 aveva sbagliato di tutto, al quale coach Schiavi ha dato fiducia, trovando da lui canestri importanti. Insomma, una della serata per una squadra già sull’orlo del baratro.

È invece la squadra di Francioni, a trovarsi, da stasera, nella precarietà, dopo una prova costellata di errori, anche i più banali, con diversi canestri subiti che gridano vendetta, frutto della mancata assenza di aiuti, non tanto per mancanza di automatismi, piuttosto per distrazioni. Per non parlare degli attacchi in cui spesso si è pensato di chiudere la partita con soluzioni azzardate. Tutto il contrario dei ciò che ha fatto l’avversaria, che centra appena il quinto successo su 32 partite di stagione.

E forse è il caso di evitare falli tecnici per proteste dalla panchina, stasera ne sono arrivati due, l’ultimo dei quali gravissimo, perché si era sul -3 a 27” dalla sirena, con la gara ancora aperta, perché poi si finisce col perdere di vista i veri motivi della sconfitta, dirottando le attenzioni sugli arbitri, non certo i peggiori visti a Jesi, da qualche tempo a questa parte.

Civitanova gioca una partita giudiziosa, non ha fenomeni in campo, ma un gruppo di ragazzi che si sacrificano per la causa, mettendo un punto fermo sulla serie. Adesso Jesi deve andare a vincere in trasferta, almeno uno dei due prossimi incontri, non sarà facile: ormai dopo l’ennesima prova sconcertante gli esami sono finiti da un pezzo e bisogna evitare la bocciatura. Al di là di quello che si pensa, tra le due squadre non c’è quell’abisso che si poteva intuire dopo la stagione regolare, è anzi Civitanova a dimostrarsi qualche passo più avanti.

Tornando al match Jesi dilapida tiri da tre (in tutto 40 quelli tentati); si fosse trattato di tiri aperti, avremmo parlato di una sera particolarmente sfortunata, invece una buona parte dei tentativi si è dimostrata frutto di scelte sbagliate. Del resto se lo scout recita solo 8 assist in 40’, qualcosa non torna. Scende pericolosamente la percentuale dei tiri liberi (68%), inoltre la General Contractor perde ben 18 palloni, 5 dei quali da parte di un Gloria, stasera inguardabile e da recuperare in fretta, se è vero che in queste ultime settimane non riesce a dare un rendimento accettabile.

Adesso la squadra ha il proprio destino in mano e dovrà dimostrare di meritare la salvezza diretta. Tutto il resto non conta, poi a “bocce ferme” ci sarà modo di chiarire altri aspetti, diciamo così extra sportivi, che in questo periodo sono all’ordine del giorno e sulla bocca di tutti. Ma possibilmente solo a “bocce ferme”. Adesso conta solo sa salvezza.

GENERAL CONTRACTOR JESI-VIRTUS CIVITANOVA 72-77 d.1t.s. (16-20, 15-11, 19-18, 15-16, 7-12)

General Cotnractor Jesi: Ferraro 8 (1/1, 2/5), Gay 17 (4/5, 3/9), Gloria 6 (2/9, 0/0), Valentini 5 (0/1, 1/1), Rocchi 12 (3/7, 1/6), Giulietti ne, Memed 0 (0/0, 0/0), Moretti ne, Ginesi 0 (0/0, 0/0), Rizzitiello 11 (0/2, 2/8), Cocco 0 (0/2, 0/0), Magrini 13 (0/2, 2/11). All.: Francioni.

Tiri liberi 19/28 – Rimbalzi 53, 15+38 (Gloria 12) – Assist 8 (Magrini 3).

Virtus Civitanova: Costa 16 5/10, 1/9), Felicioni 7 1/1, 1/5), Vallasciani 8 1/3, 1/5), Riccio 32 (5/9, 4/9), Musci 8 (4/7, 0/1), Abbate ne, Montanari ne, Rosettani 0 (0/0, 0/1), Seri ne, Gulini 5 (1/3, 1/1), Pedicone 0 (0/0, 0/0), Dessì 1 (0/1, 0/2). All.: Schiavi.

Tiri liberi 19/27 – Rimbalzi 45, 8+37 (Musci 9) – Assist 13 (Riccio, Costa 3).






Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2022 alle 08:50 sul giornale del 20 maggio 2022 - 312 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c773





logoEV