Quantcast

Amazon, liste Civiche: "Strumentalizzazioni da una coalizione litigiosa e rancorosa"

1' di lettura 21/05/2022 - Registriamo con dispiacere l’ennesima figuraccia del Partito Democratico regionale e del candidato sindaco telecomandato da Jesi in Comune, appoggiato anche da quel che resta del Pd jesino.

Nulla è mutato relativamente alla vicenda Amazon, come specifica anche il sindaco Massimo Bacci: “Le parole del presidente di Interporto Marche non cambiano di una virgola quanto raccontato fino ad oggi e stupisce la strumentalizzazione politica di chi non sa, non conosce e addirittura sembra gioire per l’eventuale danno che ricadrebbe sull’occupazione e sul nostro territorio”.

Parliamo dello stesso partito, il Pd, che si era proposto per realizzare nell’ascolano il centro logistico della multinazionale dell’e-commerce, poche ore dopo la frenata della trattativa relativa a Jesi. Il medesimo partito che aveva nominato gli ex vertici di Interporto, quelli che hanno bloccato la pratica per un anno e mezzo.

Ma li comprendiamo: con più della metà della coalizione contro Amazon, a partire da Jesi in Comune, sarebbe tutto più agevole senza questi nuovi posti di lavoro. Megafoni e fumogeni funzionano meglio quando ci si oppone a tutto. Governare, però, è un’altra cosa.

L’auspicio è che Amazon scelga il nostro territorio. Noi, a differenza di Jesi in Comune e del resto di quella litigiosa coalizione orientata dall’estremismo rancoroso, tifiamo per lo sviluppo economico e l’occupazione.


da Jesiamo, Orizzonte Jesi, Patto x Jesi, Riformisti per Jesi
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2022 alle 16:11 sul giornale del 23 maggio 2022 - 266 letture

In questo articolo si parla di attualità, interporto, Amazon, Patto x Jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c8vg