Quantcast

Al via il Festival Pergolesi, successo di pubblico per le prime serate

2' di lettura 01/08/2022 - Apre con uno strepitoso concerto l'Orchestra di Piazza Vittorio, segue Mannoia sold out. Attesa per Piovani.

Dal Teatro Pergolesi di Jesi, le immagini della prima serata del 22esimo Festival Pergolesi spontini, che ha inaugurato sabato 30 luglio ore 21, con lo show “Dancefloor” dell’Orchestra di Piazza Vittorio.

Domenica 31 luglio ore 21, il Festival è proseguito in Piazza Federico II con il concerto di Fiorella Mannoia nell’ambito del nuovo tour “La versione di Fiorella tour 2022”.
In una piazza da tutto esaurito, il concerto di una strepitosa Fiorella Mannoia, e della sua grande band, per interpretare i brani che hanno contraddistinto la sua carriera, dagli inizi fino all’ultimo album “Padroni di Niente”. Ad accompagnare Fiorella sul palco durante il tour i musicisti Diego Corradin alla batteria, Claudio Storniolo al pianoforte e alle tastiere, Luca Visigalli al basso, Max Rosati e Alessandro “DOC” De Crescenzo alle chitarre, Carlo Di Francesco alle percussioni e alla direzione musicale di tutto lo spettacolo.

Molto apprezzato dal pubblico il monologo che la Mannoia ha tenuto sul tema della violenza sulle donne, ricordando il lavoro che fanno tante associazioni come la Casa delle Donne di Jesi, il Centroantiviolenza a cui le donne maltrattate possono rivolgersi per chiedere aiuto e denunciare.

Prossimo appuntamento mercoledì 3 agosto ore 21 con la musica di Nicola Piovani, vincitore del Premio Oscar per la colonna sonora del film “La Vita è bella” di Roberto Benigni, che si esibirà sul palcoscenico di Piazza Federico II, protagonista di un racconto musicale con l’esecuzione di brani inediti e altri più noti, riarrangiati per l’occasione.

“La musica è pericolosa – Concertato” è un racconto musicale, narrato dagli strumenti che agiscono in scena – pianoforte, contrabbasso, percussioni, sassofono, clarinetto, chitarra, violoncello, fisarmonica. A scandire le stazioni di un viaggio musicale in libertà, Piovani racconta al pubblico il senso di questi frastagliati percorsi che l’hanno portato a fiancheggiare il lavoro di De André, di Fellini, di Magni, di registi spagnoli, francesi, olandesi, per teatro, cinema, televisione, cantanti strumentisti, alternando l’esecuzione di brani teatralmente inediti a nuove versioni di brani più noti, riarrangiati per l’occasione. Sul palcoscenico, con Nicola Piovani alla direzione e al pianoforte, saranno Marina Cesari al sax e clarinetto, Pasquale Filastò al violoncello e alla chitarra, Pietro Pompei alla batteria/percussioni, Carmine Iuvone al contrabbasso, Sergio Colicchio tastiere. Produzione Fondazione Musica per Roma.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2022 alle 13:22 sul giornale del 02 agosto 2022 - 243 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/diPK





logoEV
logoEV