contatori statistiche

Monte S. Vito: all'ospedale Urbani si celebra il centenario dalla nascita di Nello Congiu

Nello Congiu 2' di lettura 12/08/2022 - Nella mattinata del 10 agosto, presso il Centro turistico “Carlo Urbani” si è svolta una sentita cerimonia per celebrare il centenario della nascita di Nello Congiu, partigiano sardo impegnato nella Resistenza e deceduto nelle campagne di Monte San Vito durante la seconda guerra mondiale, a causa di uno scontro a fuoco con un convoglio tedesco.

Con l’occasione l’Amministrazione Comunale di Monte San Vito ha consegnato un attestato alla memoria e all’eroismo di Nello Congiu e Magda Minciotti, la cui tragica storia di partigiana combattente si intreccia a quella di Nello in maniera drammatica.

Presenti alla cerimonia, in collegamento da Monserrato paese sardo in cui visse Nello Congiu, il Sindaco Tomaso Locci, Gianfranco Vacca autore di un libro dedicato alle partigiane e ai partigiani di Monserrato, Marco Sini, ex Sindaco e studioso della Resistenza e Nello Ariu nipote di Nello Congiu.
In sala, oltre ad alcuni rappresentanti dell’A.N.P.I., al Sindaco e Vice Sindaco dei ragazzi, erano presenti Giorgia Amici e Rolando Rocchetti, nuora e nipote dei coniugi Rocchetti che accolsero il giovane Nello nella loro casa e i figli di Magda Minciotti, la partigiana appena quindicenne che soccorse Nello ferito e che successivamente fu deportata in Germania in un campo di lavoro coatto.
Erano inoltre presenti tre afghani beneficiari del progetto Rete SAI-Ancona Provincia d’Asilo che vivono a Monte San Vito dopo essere scappati dalla loro terra lo scorso anno.

Una presenza gradita ed importante che, come ha sottolineato il Sindaco Thomas Cillo, testimonia il nuovo modo in cui avviene l’accoglienza ai nostri giorni con un parallelismo all’accoglienza che la famiglia Rocchetti diede al giovane Nello con coraggio e amore.

Toccanti tutte le testimonianze che si sono succedute, che hanno fatto conoscere meglio queste due persone che hanno vissuto il dramma della guerra e del nazifascismo e che hanno lottato per la libertà, per la pace e per la democrazia.

A conclusione della cerimonia il Sindaco Thomas Cillo ha ribadito l’importanza di mantenere viva la memoria su questi fatti e sulle persone che ne sono state protagoniste, tramandandole e facendole conoscere alla cittadinanza e alle nuove generazioni, affinché siano da monito perché certe atrocità non si ripetano mai più.
Durante la giornata l’A.N.P.I. e l’Amministrazione Comunale hanno provveduto alla deposizione di un mazzo di fiori presso la Via intitolata a Nello Congiu, sul cippo in Via Giuoco Liscio nel luogo in cui fu ferito a morte e presso la lapide del cimitero locale dove il partigiano è sepolto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Jesi.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319490 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @viverejesi o cliccare su t.me/viverejesi. Per tutte le notizie cercare il canale @viverejesi2 o cliccare su t.me/viverejesi2.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2022 alle 09:05 sul giornale del 13 agosto 2022 - 228 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, comune di Monte San Vito, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dkGk





logoEV
logoEV