Quantcast

Ex Convento Giuseppine, il Comune si fa promotore di mediazione

ex Giuseppine di Piazza Pergolesi 1' di lettura 19/09/2022 - L’Amministrazione comunale intende fare chiarezza sulla situazione attuale del complesso delle ex Giuseppine di Piazza Pergolesi e sulla chiesa di San Nicolò.

La precedente Amministrazione, come noto, aveva acquistato, con parte dell’eredità di Daniela Cesarini, dei locali del piano terra dell’ex convento delle Giuseppine al fine di collocarvi la casa-famiglia.

I costruttori hanno deciso di far ricorso al Tar dopo il parere della Soprintendenza di richiedere che il complesso, per tutta la sua altezza, venga distanziato dalla chiesa di San Nicolò e di mantenere pertanto un regime di sospensione dei lavori nel tratto in questione.

Tale disposizione, va precisato, non interessa direttamente gli ambienti di proprietà comunale al piano terra. Il Sindaco - che, è bene sottolinearlo, non ha mai conferito alcuna delega o procura per promuovere un’azione giudiziaria dinanzi al Tar - si farà ora promotore di un confronto tra le parti interessate.

La mediazione si rende necessaria, anche considerando che il Comune è in parte proprietario dell’immobile in oggetto, per tenere insieme il rispetto delle volontà di Daniela Cesarini e non rischiare l’incompiuta in Piazza Pergolesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2022 alle 10:50 sul giornale del 20 settembre 2022 - 278 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, comunicato stampa, ex Giuseppine, eredità cesarini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dqBQ