x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

"Lo stato del dissesto", un confronto dedicato ai danni dell'alluvione

1' di lettura
148

da Spazio Comune TNT


Martedì 11 ottobre alle ore 21.00. presso lo Spazio Comune Autogestito “ TNT” (Via Gallodoro 68/ter, Jesi), l'incontro pubblico "Lo stato del dissesto". Ne discutiamo con: Carlo Brunelli (Architetto, coordinatore del contratto di Fiume) e Andrea Dignani (Geologo, consulente scientifico WWF e Oasi di Ripa Bianca).

A distanza di tre settimane dall'alluvione che ha colpito la nostra regione riteniamo necessario intavolare una discussione e un confronto su quanto accaduto e sulle prospettive future che interesseranno i territori che abitiamo. Quando la natura ha un impatto così devastante sulla vita delle persone, non si possono negare quelle che sono state le responsabilità politiche di scelte sbagliate. Al tempo stesso dobbiamo pretendere che, quando lo stato d'emergenza finirà, nei luoghi colpiti dall'alluvione non resti solo fango e silenzio bensì si attivi un percorso di ricostruzione sociale e di adattamento in vista di altri possibili fenomeni analoghi. Il cambiamento climatico è già in atto, lo sappiamo bene, grazie ai titoli catastrofici delle stampa.

Ci viene chiesto di essere responsabili, ci viene chiesto di pagare più di quanto possiamo permetterci. Ma forse anche su questo aspetto un'altra analisi è possibile, un'altra narrazione è possibile. Che cosa è successo? Che cosa poteva essere evitato? Di chi sono le responsabilità? Quali strategie si potrebbero mettere in campo? Qual è lo stato del dissesto?

Durante l’incontro saranno fornite le informazioni per la partecipazione alla manifestazione che si terrà ad Ancona Sabato 15 ottobre dal titolo “BASTA PAGARE” per chiedere interventi immediati per il ripristino delle zone devastate dall’alluvione e il risarcimento dei danni per privati e attività produttive oltre alla moratoria dei pagamenti delle bollette a fondo perduto



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2022 alle 15:11 sul giornale del 11 ottobre 2022 - 148 letture






qrcode