contatori statistiche

A Consiglio Comunale, "l'incompiuta" Piazza Federico II

2' di lettura 28/10/2022 - Si discute di Piazza Federico II in apertura al Consiglio comunale di giovedì 27 ottobre.

Esposta dalla Consigliera Maria Luisa Quaglieri, la prima domanda di attualità ha posto al centro i lavori di Piazza Federico II che, come viene ricordato, sono stati messi a progetto ed iniziati dalla precedente Amministrazione, grazie all’eredità del cittadino Cassio Morrosetti.

La giunta precedente – spiega la Consigliera Quaglieri - aveva provveduto ad approvare un progetto definitivo della cifra di 350 mila euro per l’intervento di riqualificazione di Piazza Federico II. Il 21 marzo sono stati avviati i primi lavori. Poi nella seduta del 18 ottobre, l’Amministrazione attuale ha chiesto al progettista di predisporre una variante in riduzione del progetto, prevedendo lo stralcio di alcuni lavori”. La Consigliera fa riferimento all’impianto di illuminazione delle formelle relative all’allestimento e alla posa in opera dei faretti, dei cavi, dei dissuasori in pietra e dei percorsi per gli ipovedenti. Viene per questo chiesto un chiarimento riguardo alle motivazioni, ritenute dalla consigliera apparentemente mancanti - considerati gli “importi già stanziati e gli impegni economici già presi” - che giustificherebbero tale scelta, e se lo stralcio dei lavori possa confermare un danno erariale a carico dell’ente comunale.

A rispondere è l’Assessora Valeria Melappioni che spiega come non si possa parlare di “incompiuta” perché “quanto è stato realizzato finora è in piena funzione e totale autonomia, sia lo spazio concreto della Piazza che quello digitale generato dall’app”. Riguardo alla variante di riduzione, spiega come essa sia stata richiesta per inserire i lavori in questione in adeguati approfondimenti che “permettano la maggiore integrazione nel contesto della piazza, ma anche nel programma di mandato”. Aggiunge infatti come sia volontà dell’Amministrazione quella di “riprogettare una visione di sistema di spazi aperti del centro storico, che entrino in una rete di socialità in grado di far emergere occasioni di vita e una frequentazione degli spazi quotidiana”. Riguardo al quadro economico, conclude: “Tutto quanto installato e acquistato fino ad ora, viene utilizzato nella piena funzionalità, per questo è fuori luogo parlare di danno erariale. Al momento, vista la riduzione, vi è solo una spesa minore”.

Non soddisfatta della risposta ottenuta, la Consigliera Quaglieri conclude facendo appello alla facoltà di ripresentare la domanda nelle sedute successive.






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2022 alle 00:58 sul giornale del 29 ottobre 2022 - 302 letture

In questo articolo si parla di attualità, piazza, consiglio, federico II, comunale, articolo, Giorgia Clementi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dySw





logoEV
logoEV
qrcode