contatori statistiche

Maiolati Spontini: lo sfratto delle associazioni e la lettera al commissario Allegretto

2' di lettura 07/11/2022 - Si è svolto venerdì 4 novembre, l’incontro tra il Segretario comunale di Maiolati Spontini Ugo Boldrini in rappresentanza del nuovo Commissario prefettizio Gloria Sandra Allegretto, i responsabili della terza e della quinta area funzionale e le associazioni di volontariato che hanno sede nei locali comunali del Centro 6001 e dell’ex scuola elementare.

La convocazione delle associazioni trova ragione nella comunicazione della revoca stabilita dal commissario Gloria Sandra Allegretto di tutti i contratti di comodato in essere dei locali per la riduzione dei costi energetici di utilizzo. Il termine ultimo per lo sgombero degli spazi è stato fissato al prossimo 30 novembre.

Le sette associazioni sfrattate dai locali comunali - FOTOCLUB EFFEUNOPUNTOUNO, ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO-LOCO, ASSOCIAZIONE FANTASY TWIRLING, L.G.2 VALLESINA TWIRLING, ASS.NE “NOI DI CREART”, BANDA MUSICALE “L’ESINA”, ANPI MEDIA VALLESINA - hanno scritto in proposito una lettera al Commissario Allegretto dichiarando in primo luogo “manifestatamente irragionevole” il termine troppo breve per l’esecuzione delle procedure di sfratto.

Segue poi il richiamo al Principio solidaristico enunciato dagli articoli 2 e 18 della Costituzione: “è bene ricordare che le associazioni di volontariato erogano, senza soluzione di continuità, servizi alla persona, il cui valore (sociale, culturale ed economico) va ben oltre il costo delle utenze di luce, acqua e gas. Ne consegue che, un provvedimento amministrativo in tal senso, quando verrà formalizzato e notificato, appare, sin d’ora, in contrasto con il principio comunitario di ‘proporzionalità. Le associazioni di volontariato che operano da anni nel territorio, hanno maturato il legittimo affidamento a vedersi rinnovare il contratto di comodato. Quindi, la risoluzione unilaterale del rapporto, si pone in diretto contrasto con l’ulteriore principio di diritto comunitario, di tutela del legittimo affidamento”.

Una decisione che pertanto, incide sul corpo sociale “assumendo connotazione politica”.

Ci sono altri sistemi per migliorare la situazione finanziaria dell’ente – conclude la lettera - quali, ad esempio, la lotta all’evasione/elusione fiscale dei tributi locali, il contrasto dell’abusivismo edilizio, la vendita degli immobili infruttiferi, l’estinzione anticipata dei mutui, la riduzione del personale.”

Le associazioni firmatarie, in collaborazione con i politici locali, si dichiarano intenzionate a far pervenire un’interrogazione parlamentare una volta formalizzati i provvedimenti amministrativi.






Questo è un articolo pubblicato il 07-11-2022 alle 17:12 sul giornale del 08 novembre 2022 - 236 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Giorgia Clementi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dA5z





logoEV
logoEV
qrcode