contatori statistiche

Sisma, oltre 100 richieste di intervento nell'anconetano

1' di lettura 09/11/2022 - Dopo la scossa di terremoto di magnitudo 5.7 che ha interessato martedì mattina la costa adriatica marchigiana, le squadre dei vigili del fuoco sono impegnate in molti interventi per verifiche di stabilità a edifici nei territori delle province di Pesaro Urbino e Ancona. La zona costiera rusulta la più colpita.

Al momento non sono segnalate particolari criticità. Impegnati gli elicotteri dei reparti volo di Pescara e Bologna per una verifica dall’alto delle aree interessate dalla scossa sismica.

Controlli dall'alto della clinica privata Villa Igea di Ancona, evacuata precauzionalmente.

Aggiornamento pomeriggio.

Prosegue il lavoro delle squadre dei Vigili del Fuoco impegnate nelle verifiche di stabilità, ed in particolare modo negli edifici strategici e di civile abitazioni nella regione dopo la scossa di terremoto di questa mattina. La parte più colpita al momento risulta la zona della costa adriatica, in particolare modo nella provincia di Ancona dove ancora risultano circa 120 interventi da eseguire, e nel Pesarese dove ci sono circa 20 interventi da evadere.

Al momento non risultano persone coinvolte, ma solo danni alle strutture.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Jesi.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319490 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivere_jesi o cliccare su t.me/viverejesi. Per tutte le notizie cercare il canale @viverejesi2 o cliccare su t.me/viverejesi2.

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2022 alle 15:15 sul giornale del 10 novembre 2022 - 368 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dBrZ





logoEV
logoEV
qrcode