contatori statistiche

Marini, Raffaeli, Proietti Mosca e Trillini: ecco i protagonisti con il "collare e la palma d'oro" del Coni

3' di lettura 15/11/2022 - Si è svolta lunedì a Roma, all'interno della monumentale Palestra di Palazzo H presso l'Università degli Studi del Foro Italico, l'annuale cerimonia che ha conferito le onorificenze sportive del CONI. Come ha sottolineato lo stesso Presidente del CONI, Giovanni Malagò, nell'introduzione della cerimonia, "mai, nella storia, lo sport italiano aveva vinto tanto a livello olimpico, mondiale e continentale. Ritrovarsi nuovamente sul podio dei Paesi più vincenti dopo un 2021 da incorniciare, con le 40 medaglie conquistate ai Giochi Olimpici di Tokyo, non era affatto scontato, ma i successi tricolori sono andati addirittura oltre le aspettative".

Oltre a Malagò, sul palco il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, che hanno consegnato la massima onorificenza dello sport italiano agli insigniti. “C’è un organo del nostro corpo che indica alla perfezione lo stato della nostra salute: il cuore. Il mio oggi segnala emozioni forti” - ha dichiarato il Ministro Abodi - “È un grande piacere rappresentare il Governo - ha proseguito - anche se per me è singolare sentirmi chiamare Ministro. In fondo siamo persone, è fondamentale tenere i piedi per terra e far parlare i fatti. E, sopra i fatti, ciò che conta è il rispetto. Un anno fa Giovanni Malagò e Luca Pancalli mi consegnarono il Collare d’Oro in rappresentanza dell’Istituto per il Credito Sportivo: è come se fosse passato un giorno, ma la vita mi ha riservato la possibilità di un nuovo ruolo. Oggi, fuori dal cerimoniale, vorrei dare un Collare d’Oro ideale alla famiglia del volontariato, persone che garantiscono allo sport di essere ciò che è. E un altro riconoscimento ideale va alle oltre 100 mila associazioni e società sportive dilettantistiche senza le quali lo sport non sarebbe un fenomeno morale, sociale e civile, l’architettura sulla quale cerchiamo di costruire la qualità della nostra vita. Oggi, infine, celebriamo anche la sconfitta, perché la vittoria non si ottiene ad ogni costo, ma conta il modo. E anche la sconfitta può trasformarsi in un successo. Le mie non sono e non devono restare parole di una giornata, ma un impegno quotidiano che voglio portare avanti nel mio nuovo ruolo”.

Lo sport marchigiano torna dalla prestigiosa cerimonia con 3 Collari d'Oro e 2 Palme d'Oro al merito tecnico.

Premiati con il Collare d'Oro:

Tommaso Marini, Campione Mondiale Fioretto Maschile a Squadre

Leandro Ausibio Mosca, Campione Mondiale Pallavolo

Sofia Raffaeli, Campionessa Mondiale Concorso Generale Individuale Ginnastica Ritmica

Premiati con la Palma d'Oro al merito tecnico:

Maria Elena Proietti Mosca (Fioretto)

Giovanna Trillini (Fioretto).

"Il contributo della nostra Regione è stato anche quest'anno importante per la crescita dello sport italiano - ha sottolineato Fabio Luna, Presidente CONI Marche, presente alla cerimonia - Complimenti ai nostri atleti che hanno ricevuto il Collare d'Oro, massima onorificenza dello sport italiano, e ai nostri tecnici, insigniti della Palma d'oro"








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2022 alle 11:47 sul giornale del 16 novembre 2022 - 154 letture

In questo articolo si parla di sport, coni, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dCJn





logoEV
logoEV
qrcode