contatori statistiche

"LiberiLibri", la violenza politica al centro della 24esima edizione

2' di lettura 22/11/2022 - Ritorna anche quest’anno “LiberiLibri”, l’editoria libertaria ed alternativa in mostra, alla sua 24esima edizione, curata dal Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri”, presso i locali di Via Pastrengo 2 a Jesi.

Il tema conduttore di questa edizione è la violenza politica, argomento di stretta attualità visto che fra crisi economica, sanitaria e politica, le prove di forza, a partire dalla guerra in Ucraina, sembrano lo strumento maggiormente scelto per governare le sorti della società umana. I libri scelti a tale proposito prendono di petto proprio la questione della violenza armata, quella del terrorismo, di destra e di sinistra.

Verranno presentati rispettivamente nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 novembre i libri delle edizioni Laterza, in presenza dei relativi autori, a partire dalle ore 18. Si inizia quindi sabato con “L’ergastolano. La strage di Peteano e l’enigma Vinciguerra”, scritto da Paolo Morando che da alle stampe forse uno tra i più importanti lavori sul terrorismo di destra nelle sue varie articolazioni strette fra velleità golpiste, deliri nostalgici e sudditanza agli interessi dei padroni di sempre; non senza giovarsi del solito puntuale aiuto di servizi e funzionari, più o meno deviati. Domenica 27 sarà la volta del terrorismo delle BR con il lavoro di Mario Di Vito dal titolo: “Colpirne uno. Ritratto di famiglia con Brigate Rosse” in cui, a partire dal caso Peci, e del relativo processo in cui il nonno dell’autore sarà il giudice incaricato delle indagini, si affronta una profonda analisi di quegli anni e dei fenomeni più violenti di un’avanguardia armata che riuscì a sacrificare solo gli interessi di classe, le vite umane e le libertà, per cui si diceva di lottare.

La mostra si aprirà a partire da venerdì 25 novembre dalle ore 16.00.



da Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2022 alle 01:17 sul giornale del 23 novembre 2022 - 74 letture

In questo articolo si parla di attualità, editoria, mostra, liberilibri, Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri”, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dD9L