contatori statistiche

" Malati di niente ", ritorna l'iniziativa su adolescenza e pandemia con lo psicologo Francesco Stoppa

1' di lettura 22/11/2022 - Francesco Stoppa, psicologo, psicanalista, ritorna a Jesi in una iniziativa della rassegna “Malati di niente” con un doppio appuntamento: giovedì 24, alle ore 15.30, in collaborazione con il Dipartimento di Lettere dell’IIS Galilei, presso l’aula magna della Fondazione Colocci e venerdì 25, alle ore 10.00, in collaborazione con la Scuola Superiore delle Politiche Sociali e Sociosanitarie ASP Ambito 9, presso il Bocciodromo comunale.

Stoppa aiuterà a riflettere su questi ultimi anni di cambiamento e sconvolgimento del modo di intendere la vita, le relazioni, la convivenza sociale e familiare. La pandemia ha trasformato, spesso deteriorato, i rapporti interpersonali e la modalità di costruire vincoli e legami sociali e affettivi. “Abbiamo voluto aprire un focus sul “discorso dell’adolescente” nell’era della pandemia - spiegano gli organizzatori - dei segni lasciati sui corpi e sulla psiche di coloro che vivono “l’età del desiderio”, l’età nella quale l’esperienza del proprio corpo e del mondo cambia completamente e si traduce in un nuovo sentimento della vita e della realtà. Proprio Stoppa però ci ricordava, nel suo ultimo libro “Le età del desiderio”, che “non sarà facile per una società come la nostra, poco incline al pensiero critico e all’elaborazione dei lutti, uscire rinnovata dalla crisi pandemica”. Il tempo del covid ci ha messo di fronte ancora una volta ad alcune scomode e difficili domande: sapremo fare i conti con l’incalcolabile della vita per tutto ciò che riguarda il nostro modo di abitare il mondo? Saremo custodi o padroni? E soprattutto, come il mondo adulto (la Scuola, la famiglia, le Istituzioni di cura) può preparare i giovani a qualcosa che esso stesso rimuove patologicamente?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2022 alle 17:02 sul giornale del 23 novembre 2022 - 84 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dEju