x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Cosa fanno i giovani jesini nel tempo libero?

2' di lettura
824

da ASP ambito 9
www.aspambitonove.it


Indagine sul tempo libero dei giovani a Jesi

I risultati della prima indagine fatta dalla Costess per conto dell'ASP, su circa 500 questionari, verranno presentati in un incontro pubblico martedì 29 novembre 2022.

Quasi 500 questionari raccolti, pari a poco meno del 20% degli adolescenti di Jesi tra gli 11 e i 19 anni, per la prima ampia indagine sul tempo libero dei nostri giovani. I
risultati del lavoro svolto dalla Costess, per conto dell’Asp Ambito 9, saranno presentati ufficialmente martedì prossimo a Palazzo dei Convegni (inizio ore 16,30) in un incontro pubblico a cui interverranno il sindaco Lorenzo Fiordelmondo, l’assessora alle politiche giovanili Emanuela Marguccio, la presidente e il direttore dell’Asp, rispettivamente Gianfranca Schiavoni e Franco Pesaresi.
L’indagine sarà illustrata da Silvia Tommasoni, responsabile dell’Unità Minori e Famiglia dell’Asp insieme a Doriano Pela, coordinatore della Costess. Centrale sarà poi l’intervento di Marco Rossi-Doria, figura di riferimento nazionale nelle politiche educative e sociali, già sottosegretario all’istruzione.

L'incontro sarà moderato dal vicesindaco e assessore ai servizi sociali Samuele Animali.

Le prime anticipazioni parlano di adolescenti che pongono strade e piazze al primo posto nei luoghi di incontro, seguiti da parchi ed aree verdi. Ma sono i social a catturare la loro attenzione, con una connessione attiva quasi sempre per più di due ore al giorno.

Nell’analisi vengono evidenziate anche le richieste che giungono dagli adolescenti: più contesti per coltivare le relazioni amicali; più spazi e momenti per condividere i vissuti emotivi ed esperienziali; nuove forme di cittadinanza attiva e maggior impegno della politica nell’ascolto delle nuove generazioni.

Ne viene fuori una lettura dettagliata dei giovani, dei loro luoghi e tempi di aggregazione in città, delle loro aspettative e anche delle loro incertezze. Uno studio articolato che ha messo bene in fila i tre obiettivi che si voleva concretizzare con questo progetto: una conoscenza della realtà giovanile, l’individuazione dei bisogni e delle problematiche riguardanti l’aggregazione alla luce dei cambiamenti generati dalla pandemia; infine, la definizione degli interventi ritenuti necessari per favorire l’aggregazione ed evitare situazioni di isolamento e di disagio soprattutto per le fasce più deboli. Un’indagine che restituisce una fotografia nitida della realtà giovanile, utile strumento per la politica e le istituzioni, per il mondo dell’associazionismo e del terzo settore e, più in generale, per tutti i soggetti che sono impegnati a supportare le famiglie nella formazione e nella crescita dei nostri ragazzi.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Viber e Signal di Vivere Jesi.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale oppure aggiungi il numero 376.0319490 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio con scritto "notizie on".
Per Telegram cerca il canale @vivereJesi o clicca su t.me/viverejesi. Per Viber clicca qui. Per Signal clicca qui.




Indagine sul tempo libero dei giovani a Jesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2022 alle 11:09 sul giornale del 28 novembre 2022 - 824 letture






qrcode