x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Si è spento Dario Pulita, il ricordo dei Repubblicani

1' di lettura
368
da Movimento Repubblicani Europei

Dario Pulita

Nel pomeriggio del 26 novembre, ci ha lasciato il carissimo amico Dario Pulita.

Da qualche settimana era sofferente per alcune patologie, alternate a temporanei miglioramenti dovuti alla forza ed alla grinta che hanno sempre contraddistinto la sua esistenza. Dario era nato a San Marcello nel 1934, ma è sempre vissuto a Jesi operando prima come artigiano e successivamente come dipendente scolastico. Fin da giovanissimo ha aderito al pensiero ed agli ideali repubblicani ed è stato per moltissimi anni Segretario del Partito, distinguendosi sempre per apertura mentale, intuito politico e rigore morale. Ha ricoperto importanti cariche sia politiche che amministrative.

E’ stato per anni Consigliere Comunale e poi Assessore e Vice Sindaco.

A livello politico , oltre ad aver ricoperto a lungo la carica di Segretario cittadino, è stato anche Segretario Provinciale e Regionale del PRI. E’ stato infaticabile e lungimirante anche nella ricerca e nella scelta delle persone con le quali poter realizzare un ricambio generazionale in un partito “antico” ma che, attraverso la sua guida, si era sempre saputo aggiornare alle mutate esigenze della società. Dopo il Congresso Nazionale di Bari del 2001, aveva aderito al Movimento Repubblicani Europei.

A lui si deve anche la creazione del Centro Studi Ugo La Malfa e del Centro Cooperativo Mazziniano – associazione culturale sotto la cui egida erano state riunite tutte le proprietà immobiliari facenti capo alle varie Cooperative repubblicane.

Dario è stato un “politico” di vecchio stampo! Intransigente in certe situazioni ma aperto e disponibile alle novità. Nella storia del repubblicanesimo del dopoguerra, insieme a personaggi come Pacifico Carotti e Letteria Belardinelli, è stato certamente la figura di maggiore spicco.



Dario Pulita

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2022 alle 09:35 sul giornale del 29 novembre 2022 - 368 letture






qrcode