contatori statistiche

Montecarotto: appuntamento con “I Maestri di Musica”

4' di lettura 07/12/2022 - A Montecarotto un’opera buffa per i piccoli, ma anche per i grandi. Un progetto-pilota per la divulgazione attiva del teatro d’Opera.

È un progetto-pilota all’avanguardia, uno spettacolo inedito nella concezione e unico nel suo genere, quello che domenica 11 dicembre sarà di scena al Teatro Comunale di Montecarotto, con inizio alle ore 17. “I Maestri di Musica”, questo il titolo dell’evento, è una nuova drammaturgia musicale buffa con intenti divulgativi, appositamente commissionata e dedicata alla conoscenza “da dentro” del linguaggio espressivo del teatro d’opera e del suo mondo artistico, con i suoi usi, le abitudini, le frenesie, i tic.

Una breve “opera buffa” con ampi inserti recitati, la cui caratteristica distintiva –che la rende unica- è la sua realizzazione con il coinvolgimento in scena di studenti della scuola primaria nel ruolo attivo di coro e di attori; coinvolgimento già previsto dal compositore storico originario, perché la drammaturgia ha come cornice “Il maestro di scuola”, cantata scenica di Georg Philipp Telemann (1681-1767) la cui partitura prevede espressamente il coro di bambini: cornice settecentesca in cui vengono inglobati brani di vari autori tra i più significativi della storia del melodramma nei secoli, da Verdi a Bizet, da Mozart a Puccini, Bellini, Lehar.

Un progetto importante e molto significativo per la sua natura di alta divulgazione attiva –sottolinea il regista Gianni Gualdoni, anche autore della drammaturgia- che trascina direttamente dentro il meccanismo della produzione di un’opera i ragazzi del coro scolastico, facendone non già fruitori passivi di una qualunque lezione o conferenza sull’argomento, ma protagonisti reali fianco a fianco con i professionisti del settore, cantanti, attori, orchestrali, tecnici, in un coinvolgimento emotivo profondo e senza mediazioni”.

Lo spettacolo è infatti realizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Arcevia-Montecarotto-Serra de’ Conti, la cui Dirigente Prof.ssa Felaco ha subito percepito il valore del Progetto e aderito alla sua realizzazione che vede la partecipazione attiva in scena di circa 40 allievi, come anche con l’Amministrazione Comunale di Montecarotto. Oltre al coro della scuola media, sono protagonisti dello spettacolo il mezzosoprano Antonella Zallocco (la “Primadonna”), il basso Roberto Ripesi (il “Maestro di scuola e dei cori”), l’attore cantante Andrea Toppi (il “Direttore d’orchestra”), oltre a vari altri interpreti in ruoli minori, con la regia di Gianni Gualdoni; la musica è eseguita dall’Ensemble Piccola Opera, guidata da Saverio Santoni.

LA TRAMA. Il Maestro settecentesco aspetta i suoi allievi per la lezione di musica: ma anziché ragazzi in parrucca bianca e marsina, arriva vociante una classe di giovani d’oggi… È un incontro, inaspettato e sorprendente, tra epoche storiche, tra ragazzi moderni e l’arte musicale del ‘700, la sensibilità contemporanea e il linguaggio dell’opera lirica nel suo uso non più attuale del recitativo, dell’aria, del coro, del concertato: ovvero, le diverse forme espressive del teatro in musica, che hanno origine in epoca barocca e si sviluppano poi nel divenire del melodramma fino alla modernità. Irrompono in scena, interrompendo la lezione, altri soggetti inattesi: prima il “Maestro di cappella”, cioè l’odierno direttore musicale e d’orchestra; poi la “Primadonna”, la diva che svetta dalla compagnia di canto e arriva a rappresentare in sé i tratti distintivi del mondo dell’Opera, con il suo linguaggio e i suoi stessi miti e riti, artistici e sociali; poi anche alcuni tecnici. Prendono vita in palcoscenico, sotto gli occhi stupiti dei ragazzi, contrasti e battibecchi tra i diversi protagonisti del teatro in musica –la cantante, il direttore d’orchestra, il direttore di scena o regista- che nel raccontare i diversi ruoli e i mestieri di cui si compone la rappresentazione d’opera, ripercorrono atmosfere e pratiche tipiche del suo fascinoso mondo: e anche gli stessi vari linguaggi espressivi maturati nel corso dei secoli nei diversi generi, attraverso la proposta di arie e brani di autori tra i più importanti del variegato repertorio storico del teatro in musica… Un viaggio intrigante dietro le quinte dello spettacolo d’Opera, in un’originale immersione nei suoi segreti e nelle sue modalità espressive: istruttivo e suggestivo non solo per i più giovani, ma anche per il pubblico degli adulti, che magari va a teatro ma non sempre sa cosa accade dietro il sipario.

Info e prenotazioni: 338-8388746.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2022 alle 09:42 sul giornale del 09 dicembre 2022 - 142 letture

In questo articolo si parla di musica, spettacolo, attualità, montecarotto, opera, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dG0Z





logoEV
logoEV
qrcode