contatori statistiche

Sanità, Jesi in Comune: "Un diritto e non un privilegio"

1' di lettura 20/02/2023 - Giovedì 23 febbraio si terrà il Consiglio comunale aperto sulla sanità, inizialmente previsto per il 7 febbraio ma poi rinviato causa impegni dell’assessore regionale Saltamartini.

Un risultato frutto di un percorso condiviso e partecipato che questa amministrazione ha voluto intraprendere sin da subito con l'istituzione di un osservatorio permanente sulla sanità ed al quale parteciperanno i sindaci e le sindache dei comuni della Vallesina, i rappresentanti degli operatori e delle operatrici della sanità ed anche i referenti delle associazioni che si occupano di questi temi ed i portatori di interessi diffusi.

Riteniamo molto importante -riferiscono Lorenzo Grilli e Lucia Campanelli come portavoci di Jesi in Comune- che l'amministrazione comunale abbia voluto offrire questa opportunità di confronto su un tema cruciale e fondamentale come la salute, dando quindi la possibilità di rivolgersi direttamente all'assessore regionale Saltamartini ed alla commissaria straordinaria dell’Azienda Sanitaria Territoriale di Ancona Nadia Storti, in merito alla situazione dell'Ospedale Carlo Urbani e del Pronto Soccorso, dei presidi territoriali, della medicina generale e di quella di continuità, senza dimenticare la necessità di una piena applicazione della l. 194 del 1978, e delle linee guida del ministero della salute sulla pillola RU486.

La tutela del diritto alla salute garantito dall'art 32 della Costituzione può passare solo dalla difesa e dal potenziamento della sanità pubblica, l'unica in grado di rispondere ai bisogni ed alle necessità di tutti e tutte. Altrimenti rischia di diventare un privilegio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2023 alle 17:35 sul giornale del 21 febbraio 2023 - 140 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, jesi in comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dTGT





qrcode