x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Era luogo di ritrovo di spacciatori e pregidicati: chiuso per dieci giorni un locale a Porta Valle

2' di lettura
910

di Giulia Mancinelli
redazione@viverejesi.it


Nel pomeriggio di lunedì, gli agenti del Commissariato di Polizia di Jesi, insieme alla polizia Locale, e coordinati dal Dirigente il vice questore Paolo Arena, hanno dato esecuzione al provvedimento emesso dal Questore di Ancona Cesare Capocasa di sospensione della licenza di somministrazione alimenti e bevande per un esercizio commerciale situato a Porta Valle, più volte oggetto di esposti e proteste da parte dei residenti.

Il provvedimento giunge a conclusione dei controlli e degli accertamenti espletati in più occasioni dalla Polizia del Commissariato ljesino, in sinergia con la Polizia locale, e che hanno riscontrato come l'esercizio fosse divenuto nel tempo un luogo di abituale ritrovo di persone pregiudicate.

Il 12 settembre scorso un equipaggio è intervenuto sul posto a seguito della segnalazione del furto di cellulare ai danni di un cliente. Nella circostanza, dai controlli era emerso come buona parte dei clienti presenti fosse gravata da precedenti penali (specie per rapina, estorsione, spaccio di stupefacenti, guida in stato di ebbrezza, lesioni, maltrattamenti, violenza sessuale, evasione, ricettazione, associazione per delinquere) compresa la vittima del furto. Stessa conferma si aveva nei giorni a seguenti, il 14, 15, 21, 23 e 26 settembre. Addirittura, alcuni soggetti risultavano già destinatari di avviso orale. Inoltre, i controlli amministrativi svolti in parallelo dalla Polizia di Stato e Polizia locale, hanno consentito di rilevare alcune violazioni quali la mancata esposizione del cartello contenente la licenza, le tariffe dei prezzi, quelli del divieto di fumo, l’inesatta compilazione delle schede di autocontrollo delle temperature dei frigoriferi rispetto al manuale HACCP, nonché la posa non autorizzata di un’insegna pubblicitaria.

Pertanto, potendo l’operatività dell’esercizio essere motivo di pericolo per l’ordine, la sicurezza e la pubblica moralità, divenendo luoghi, è stata avanzata proposta di sospensione licenza al Questore di Ancona che, valutando il quadro istruttorio trasmesso, è stata stabilita per 10 giorni dalla notifica. I controlli proseguiranno anche in altri esercizi per garantirne la regolarità amministrativa e tutelare in via prioritaria la sicurezza della collettività.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram e Signal di Vivere Jesi.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale oppure aggiungi il numero 376.0319490 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio con scritto "notizie on".
Per Telegram cerca il canale @vivereJesi o clicca su t.me/viverejesi. Per Signal clicca qui.




Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2023 alle 10:41 sul giornale del 04 ottobre 2023 - 910 letture






qrcode