x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Gli "uomini volanti" a Palazzo Santoni, a Jesi la collettiva d’arte contemporanea di Stroli, Piersantelli e Stronati

2' di lettura
44

da Organizzatori


Uomini volanti è il titolo e il tema ispiratore di una mostra collettiva che unisce il lavoro di tre artisti: Lino Stronati in arte Stroli, Andrea Piersantelli e Giorgio Stronati.

L’esposizione è in programma a Jesi, da sabato 18 fino al 25 novembre, nel Palazzo Santoni a pochi metri da piazza Federico II. Nelle stanze del palazzo, aperte al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20, verranno esposte dieci opere pittoriche e fotografiche di grande formato, sorprendenti sculture zoomorfe e uno speciale video curato da
Marco Montanari.

Le suggestioni che il volo evoca, quale anelito di libertà e trascendenza per l’uomo, sono tradotte e riproposte con stili, tecniche, materiali e sensibilità diverse dai tre artisti mossi però da un condiviso e potente richiamo all’equilibrio e alla consapevolezza.
Gli uomini volanti non hanno più alibi, il giallo/rosso del sole, il blu delle stelle, il rarefatto cielo, il nero siderale rendono più leggero e libero il corpo ma il cambio di prospettiva conseguente richiama alla responsabilità verso il pianeta, verso le disuguaglianze, verso la cura della “Casa” comune.

Così la sfida è in corso e l’arte la rappresenta potente proprio perché, diversamente da altre epoche, l’uomo non può più soltanto accontentarsi, sorprendersi e godere di nuove prospettive, velocità e tecniche.

È necessario oggi, questo il fil rouge proposto da Stroli, Piersantelli e Stronati, guadagnare un salvifico equilibrio tra natura, tecnica e umanità. Così l’utopia del volo diviene mistica con Stroli, la natura ispiratrice, di leggende e miti, si rimodella in viti e bulloni con le ardite connessioni tecnico-biologiche di Piersantelli, mentre Stronati affronta il tema
attraverso la fotografia cimentandosi con possibilità e limiti dell’intelligenza artificiale.


Infine il contributo dal titolo “Nirmata”, realizzato da Montanari con la tecnica del videomapping, integra la riflessione sugli Uomini volanti con il racconto di uno strano uomo uccello dei tempi moderni che, costretto a mimetizzarsi in alcuni dipinti per non essere notato, pare spiccare il volo solo quando nessuno può vederlo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2023 alle 09:56 sul giornale del 16 novembre 2023 - 44 letture






qrcode