x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
comunicato stampa

Maiolati Spontini: progetto “Libriamoci”, anche gli amministratori comunali “lettori per un giorno”

3' di lettura
30

da L’Amministrazione comunale e l’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie


Anche gli amministratori comunali, a partire dal sindaco Tiziano Consoli, sono diventati “lettori per un giorno” per gli alunni delle scuole dell’Infanzia e delle Primarie nell’ambito del progetto “Libriamoci”, curato dalla biblioteca La Fornace e dall’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie.

Si sono alternati per diversi giorni di fronte agli studenti, con un libro in mano e il potere della voce che racconta una storia, anche il vicesindaco e assessore alla Cultura Sebastiano Mazzarini, l’assessore alla Pubblica istruzione Maria Ludovica Trillini, quello al Bilancio Cristiano Montesi per il comune di Maiolati Spontini, e il sindaco Giuseppina Spugni per Poggio San Marcello, che fa parte dello stesso Istituto comprensivo.

«Abbiamo sostenuto anche quest’anno il progetto nazionale Libriamoci – spiega l’assessore Trillini – perché siamo consapevoli dell’importanza dello strumento della lettura e della necessità del suo inserimento nelle attività educative e formative. In particolare la lettura ad alta voce è considerata fondamentale per la crescita emozionale e cognitiva degli studenti. Partecipare al progetto con l’Istituto comprensivo è stato molto interessante e diventare lettori per un giorno ha rappresentato un momento di arricchimento e di condivisione molto forte».

La dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “C. Urbani” Linda Rosa Marcovecchio sottolinea come «la promozione della lettura rappresenti un obiettivo fondamentale per il nostro istituto che anche quest’anno ha rinnovato l’adesione al progetto nazionale “Libriamoci”. Quale neo dirigente ho avvertito subito il forte spirito di alleanza che esiste tra la scuola e le varie espressioni culturali del territorio. Con la biblioteca La Fornace si svolgono tutte le iniziative programmatiche già condivise in occasione di un preliminare incontro conoscitivo avuto con gli assessori Sebastiano Mazzarini e Ludovica Trillini, alla presenza della dirigente comunale Tiziana Barchiesi e della bibliotecaria Stefania Romagnoli. Il progetto Scuola in biblioteca rappresenta una pietra miliare del Ptof d’istituto certi che la “lettura” diventi per ogni bambina e bambino, per ogni alunna ed alunno, lo strumento che permetterà loro non solo di sviluppare la competenza della cittadinanza attiva e globale, ma soprattutto di nutrire la propria mente e il proprio animo, per essere persone felici e innamorate della vita».

Sono state diverse le attività collegate al progetto. Tre scuole dell’infanzia e tre scuole primarie, per un totale di 643 alunni, hanno accolto tantissimi ospiti: amministratori comunali, genitori, scrittori per l'infanzia, lettori volontari. Tutti a ricordare che “Se leggi ti lib(e)ri”, proprio come recita il tema istituzionale 2023 del progetto “Libriamoci”. Le letture ad alta voce sono state no-stop a partire dal 13 novembre, quando Andrea Laudazi ha intrattenuto gli alunni delle classi terze delle scuole primarie dell’istituto proponendo brani dal suo libro “La favola dell’ape intelligente”. Nei giorni successivi si sono alternati 40 lettori volontari fra genitori, nonni, insegnanti e i diversi amministratori comunali. La dirigente scolastica Marcovecchio è intervenuta in tutte le classi quinte della primaria per portare il suo contributo e il suo impegno nella promozione della lettura.

Il 30 novembre, a chiusura degli interventi, nell’auditorium del polo MICS, lo scrittore Diego Mecenero ha allieto gli alunni delle classi prime, introducendoli alla magia delle feste, con la lettura di “Il fiocco di Natale”.

Le iniziative si sono svolte a scuola e a La Fornace. La biblioteca, che si è occupata anche della scelta dei testi, continua la sua collaborazione con l’Istituto comprensivo ospitando le classi per il prestito e le varie attività di promozione della lettura.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2023 alle 16:28 sul giornale del 09 dicembre 2023 - 30 letture






qrcode