x

SEI IN > VIVERE JESI > ECONOMIA
pubbliredazionale

Crypto e Ambiente: Le Migliori Criptovalute Ecocompatibili del 2024

5' di lettura
22

da Roberto Migliore


Nel 2024 molte criptovalute stanno adottando politiche più ecologiche per ridurre l’impatto ambientale. L’ecosostenibilità così come le politiche ESG stanno assumendo sempre più un ruolo di rilievo nell’economia mondiale.

Per quanto riguarda le crypto, ci sono state numerose critiche per l’elevato consumo energetico del mining di Bitcoin. Di seguito esamineremo alcuni tra i più interessanti e nuovi progetti che hanno come argomento proprio le politiche eco-friendly.

eTuktuk ($TUK)

eTukTuk è una soluzione di trasporto sostenibile e basata sull’intelligenza artificiale che rivoluzionerà i trasporti nei paesi in via di sviluppo riducendo le emissioni di carbonio e, in definitiva, in tutto il mondo. eTukTuk sta costruendo l'infrastruttura di ricarica di domani, alimentata dalla blockchain, e permette di investire in un progetto che mira a cambiare il mondo. Questa fusione di elementi comporta una notevole riduzione delle emissioni di CO2, favorendo il miglioramento della qualità dell’aria e l’economia nei paesi in via di sviluppo. Sono proprio questi paesi che risultano avere infatti la maggior densità di popolazione e la maggior densità di emissione di CO2.

L'88% di queste emissioni proviene da Asia o Africa, rappresentando un contributo sproporzionato alla crisi globale delle emissioni di CO2. Nel 2021, l'Asia è stata trovata sede di 46 delle 50 città più inquinate del mondo È un progetto che è stato lanciato da pochi giorni ed ha superato in prevendita già $550.000, con il prezzo del singolo token $TUK a $0,026. La sua piattaforma è incentrata sui veicoli elettrici e permette di guadagnare ricompense passive mettendo in staking i propri token. Agli utenti saranno distribuiti 4,75 $TUK in premio per ogni blocco BSC, pagabili in tre anni. Al momento lo staking offre un APY del 382%.

<<<Scopri eTukTuk>>>

Ecosistema

L’ecosistema di eTukTuk opera imponendo una tariffa ai conducenti per l’utilizzo dei propri veicoli, generando entrate per la rete. L’obiettivo da raggiungere è quello della transizione globale verso i veicoli elettrici. Il simbolo di questa iniziativa è l’eTUKTUK EV, un mezzo alternativo ai veicoli a combustione. Tra i paesi partner del progetto troviamo lo Sri Lanka, per il quale verranno stanziate oltre duecento stazioni di ricarica per i veicoli elettrici, e incentivi per permettere al maggior numero di persone di acquistarli. Il governo del paese ha infatti designato la sostituzione, entro il 2040, del 100% dei veicoli statali, il 100% delle auto, e il 100% dei veicoli a due e tre ruote, con veicoli elettrici o modelli ibridi. A tutti i fattori che abbiamo menzionato come peculiarità di questo token, va aggiunta l’adozione della BNB Chain di Binance. Le previsioni dei prezzi per il periodo 2024-2030 indicano un potenziale di crescita significativo, con eTukTuk posizionato come una moneta Web3 attraente per gli investitori attenti alla sostenibilità.

Roadmap

La Roadmap di eTUKTUK prevede varie fasi. Nella prima verrà pubblicato il whitepaper, verrà annunciata la collaborazione con lo Sri Lanka e la scelta di questo paese come terreno di sperimentazione, nonché l’apertura di un ufficio a Singapore. Verrà lanciata inoltre l’app per le ricompense (TukStation) e verrà presentato il prototipo di eTukTuk. Nella seconda fase invece avrà inizio la vera e propria vendita del token, verranno implementati lo Smart Contract e il contratto di Staking e verrà lanciata la funzione Buy and Stake. La terza fase è quella del lancio ufficiale del programma eTukTuk da parte del governo, del lancio su CEX di $TUK, l’inizio del Power Staking e la presentazione del prototipo di una stazione di ricarica. La quarta e ultima fase è infine quella della crescita. Prevede l’inizio della produzione di eTukTuk nello Sri Lanka, il completamento dell’app di autisti e passeggeri, verrà stabilita una partnership con altri due paesi emergenti. Installazioni di oltre 200 punti di ricarica in SriLanka e l’installazione della prima stazione di ricarica solare .

Ecoterra (ECOTERRA)

ECOTERRA è un altro dei progetti crypto “eco-friendly”, che mira ad incentivare le pratiche di riciclo tramite un sistema Recycle2Earn. Gli utenti possono guadagnare riciclando, utilizzando l’app EcoTerra per scansionare gli articoli per il riciclaggio, attraverso i quali possono accumulare token $ECOTERRA. Dopo aver acquisito questi token, gli utenti dell’app possono conservarli, metterli in staking o utilizzarli in attività rispettose dell’ambiente.

L’app suggerisce il Reverse Vending Machine (RVM) più vicino per un corretto riciclaggio. Al termine, gli utenti devono scattare una foto della ricevuta e caricarla nell’applicazione per richiedere i premi.

Chimpzee (CHMPZ)

Chimpzee è un progetto crypto esclusivo che oltre ad avere come mission quella di proteggere l’ambiente, offre molteplici opportunità di guadagno passivo, tramite la fruizione del suo token nativo $CHMPZ. Il 10% della fornitura di token sarà donato a enti di beneficenza e già nella sola fase di prevendita. Chimpzee ha aiutato a piantare 1.200 alberi e ha donato 15.000 dollari alla fondazione WILD per aiutare a proteggere gli elefanti. I membri possono anche guadagnare una quota delle commissioni di trading come reddito passivo.

Attraverso la piattaforma possono essere creati passaporti NFT che successivamente possono essere messi in stake sull’ecosistema per guadagnare fino al 20% del reddito passivo annuale. Gli NFT possono essere usati anche nel gioco Zero Tolerance, che funziona tramite il meccanismo del PlaytoEarn per guadagnare premi esclusivi, token $CHMPZ e NFT.



Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 31-01-2024 alle 07:49 sul giornale del 31 gennaio 2024 - 22 letture



qrcode