x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Mastrovincenzo: "La sanità della provincia di Ancona dimenticata dalla giunta Acquaroli"

1' di lettura
102

da Antonio Mastrovincenzo    
vice presidente Consiglio Regionale


Sanità|

Con la recente Delibera di Giunta regionale che ha aumentato di quasi 9 milioni di euro il tetto di spesa per il personale delle cinque Aziende Sanitarie Territoriali e delle due Aziende Ospedaliere, alla AST di Ancona è stato assegnato un incremento del tetto di spesa davvero irrisorio di 180.000 euro, che rappresenta appena il 2% dell'aumento complessivo.

L'AST di Ancona ha il bacino di utenza più vasto della regione, gli ospedali e le strutture sanitarie della provincia sono da tempo in sofferenza anche per carenza di personale e non sono assolutamente sufficienti, pur se apprezzabili, i concorsi per l'assunzione di medici e infermieri, banditi nelle settimane scorse.
I servizi sociosanitari (Consultori familiari, Salute mentale, UMEA e UMEE) sono stati oggetto in questi anni di ripetute interrogazioni consiliari da parte del Gruppo PD per malfunzionamento a causa di mancanza di specifiche professionalità.

Tra l'altro nella provincia di Ancona dovrebbero essere istituiti 3 Ospedali di Comunità, 6 Case di Comunità finanziate dal PNRR e numerose altre Case della Comunità non rientranti negli investimenti del PNRR, tutte strutture che necessitano di un adeguato organico di operatori sanitari.

Oggi ho depositato una interrogazione, sottoscritta da tutti i Consiglieri del Gruppo PD, per conoscere le ragioni di questa assurda e immotivata scelta che penalizza fortemente la provincia più vasta delle Marche e per sapere come si pensa di far fronte alla carenza di organico delle strutture ospedaliere, sanitarie e sociosanitarie esistenti della provincia di Ancona, garantendo anche un adeguato numero di operatori sanitari alle strutture già programmate e non ancora avviate, per poter dare risposte efficaci e rapide ai cittadini.



Sanità|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2024 alle 10:21 sul giornale del 03 febbraio 2024 - 102 letture






qrcode