x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Viola la "fiducia" del Tribunale, va in carcere il pusher albanese trovato con cocaina e 40 mila euro

1' di lettura
198

di Giulia Mancinelli
redazione@viverejesi.it


polizia
Nella serata di mercoledì, il personale di polizia giudiziaria del Commissariato di Jesi ha dato esecuzione al decreto di sospensione cautelare della misura alternativa alla detenzione dell’affidamento in prova ai servizi sociali adottato dal magistrato di sorveglianza di Ancona nei confronti del cittadino albanese, arrestato il giorno prima per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’uomo era stato trovato in casa con 230 grammi di cocaina e banconote per un ammontare di 40 mila euro oltre a vario materiale destinato allo spaccio. Considerata la violazione della fiducia accordata dal Tribunale di sorveglianza e reiterando comportamenti analoghi a quelli che nel 2014 avevano portato alla sua condanna, al fine di prevenire ulteriori e più gravi trasgressioni, il magistrato di sorveglianza ha disposto la sospensione dell’affidamento in prova e l’accompagnamento presso il carcere di Montacuto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram e Signal di Vivere Jesi.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale oppure aggiungi il numero 376.0319490 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio con scritto "notizie on".
Per Telegram cerca il canale @vivereJesi o clicca su t.me/viverejesi. Per Signal clicca qui.


polizia

Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2024 alle 15:50 sul giornale del 09 febbraio 2024 - 198 letture






qrcode