x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
comunicato stampa

Jacovitti: 100 anni di surrealismo a fumetti. La Libera Università per Adulti ricorda il grande fumettista con una conferenza

2' di lettura
70

da Organizzatori


Un nuovo appuntamento aperto alla cittadinanza organizzato dalla Libera Università degli Adulti di Jesi.

Ricorderà ,giovedì 22 febbraio alle 16 nella sede di Piazzale San Francesco, i 100 anni dalla nascita di Benito Franco Giuseppe Jacovitti fumettista italiano autore di celebri personaggi come Cocco Bill e Cip l’arcipoliziotto , di romanzi grafici come Kamasultra e del celebre Diario Vitt edito dal 1949 e che fra gli anni sessanta e settanta arrivò a vendere oltre 3 milioni di copie l'anno superando un totale di 100 milioni di copie .

Il Dott.Claudio Ferracci ,da sempre appassionato di disegno in tutte le sue forme, alla fine degli anni ’80 ha fondato , la fanzine Flit, per sostenere la quale ha iniziato ad insegnare fumetto nelle scuole elementari e medie del territorio umbro . Poi negli anni la sua passione per il fumetto non si e’ certo fermata , con la fondazione di associazioni , festival, scuole ,eventi con al centro sempre la conoscenza e la passione per il fumetto. Un curriculum in materia troppo lungo da raccontare ma con la caratteristica di mettere sempre a disposizione della sua terra le sue iniziative, e di portare le sue conoscenze in giro per l’Italia,come farà a Jesi. Ecco dunque perché la LUAJ ed il suo presidente Gabriele Fava lo hanno invitato a Jesi ,invito ben accolto,per mettere a disposizione di tutta la città’, la sua conoscenza di Jacovitti,riconosciuto come uno dei più importanti autori di fumetti italiani del Novecento.

La sua attività e’ stata caratterizzata da una vasta produzione dallo stile personale e particolareggiato con dettagli surreali - come i salami o i vermoni - che ne rappresentano uno degli aspetti identificativi più noti ,per non parlare di alcuni dei suoi personaggi che sono stati protagonisti di caroselli televisivi negli anni sessanta , come Cocco Bill diventato poi protagonista di una serie animata nel 2001. Insomma un appuntamento con inizio alle 16 di giovedì 22 febbraio ,nella sede della LUAJ in Piazzale san Francesco di Jesi, aperto a tutti, per ricordare e magari celebrare Jacovitti ed il suo surrealismo a fumetti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2024 alle 10:41 sul giornale del 20 febbraio 2024 - 70 letture






qrcode