x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

In città una opera d’arte senza tempo. Giovani e anziani protagonisti di un laboratorio di street art

2' di lettura
90

da Daniele Gattucci
 


Un armonioso e piacevole incontro tra gli anziani della Casa Famiglia Collegio Pergolesi di Jesi; la loro nuova Direttrice, Ornella Poeta; l’assessore ai Servizi Sociali, Maurizio Serafini; i gestori dell’hotel “Le Muse”, volontari, le Operatrici, l’Avuls per la presentazione di “Un murale per rinsaldare il patto tra le generazioni”.

Spiega Laura Romeo, presidente dell’Associazione Operazione Cuore che dal 2016 sostiene progetti di integrazione e solidarietà per minori e persone vulnerabili.

“Un murale per rinsaldare il patto tra le generazioni: lo stanno realizzando, nel Collegio Gentile di Fabriano, gli studenti della Scuola Pontificia Pio IX di Roma e gli anziani del Collegio Pergolesi di Jesi, nell’ambito del progetto “Arte senza tempo, tra cuore ed anima” promosso dall’Associazione Operazione Cuore e.t.s e cofinanziato dall’Associazione Fratel Emanuele Francesconi onlus”. Dal 17 al 21 febbraio – sottolinea - un gruppo di alunni dell’istituto romano – accompagnato dal direttore, fratel Andrea Bonfanti, e dalla professoressa Ilaria Vandoni - è nella città marchigiana per partecipare al laboratorio di street art guidato dal celebre artista romano Maupal, conosciuto in tutto il mondo per “Super Pope”, l’opera dedicata a Papa Francesco”.

Aggiunge e conclude la presidente dell’Associazione Operazione Cuore: “I ragazzi del Pio IX e i nonni del Collegio Pergolesi, momentaneamente accolti nel Collegio Gentile di Fabriano, entrambe le strutture, come la scuola, sono gestite dai Fratelli della Misericordia, vivono una esperienza di incontro e condivisione, volta alla promozione di nuove forme di socialità e di inclusione. Attraverso il linguaggio dell’arte, che è universale e non ha età, vogliamo creare dei legami che facciano battere all’unisono i cuori di diverse generazioni: siamo infatti convinti che solo così sia possibile trasformare l’indifferenza in coinvolgimento, la solitudine in confronto”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2024 alle 12:21 sul giornale del 22 febbraio 2024 - 90 letture






qrcode