x

SEI IN > VIVERE JESI > SPETTACOLI
comunicato stampa

Filottrano: al teatro Touquis in scena "Anna e la profeZia"

2' di lettura
86

da Organizzatori


La compagnia “J’amici de Candia” nasce nel 2005 dall’iniziativa di un gruppo di amici che, nell’organizzare la festa Parrocchiale di S. Giuseppe, decide di ravvivare la giornata con degli sketch comici per divertirsi e per far divertire. Dal 2008 diventa compagnia: Ed è proprio questo lo spirito che anima la compagnia, divertirsi per divertire divertendo gli altri.

Il nome della compagnia non poteva essere diverso: siamo un gruppo di persone con caratteri diversi, che svolge professioni diverse, ma accomunate dal piacere di stare insieme. Visto il successo della prima edizione l’iniziativa e stata ripetuta nel 2006 e 2007, sempre con scenette, balli e poesie in vernacolo. Nel 2009 abbiamo rappresentato la prima commedia “El Riò” scritta sempre da uno del gruppo, Fabrizio Giuliani, commedia con la quale siamo usciti dall’ambito parrocchiale e abbiamo incominciato a presentarci alla città, partecipando anche alla notte bianca. A questa sono seguite altre commedie , sempre dello stesso autore: nel 2010 “Per soldi o per amore”, nel 2011 e 2015 “Sor padrò Venanzio Tirchia”, nel 2012 “Mandamoce a lù”, nel 2013 “ Imbrojo al 3° piano” , nel 2014 “Ammmore”, 2016 “El Rio’” 2017 “C’era ‘na volta in ancona”, un omaggio agli autori vernacolari dell’inizio del secolo scorso, nel 2018 “La giostra” ed inoltre abbiamo collaborato al master di “Medicina Narrativa e Etica della Cura” dell’Università Politecnica delle Marche, mediante la realizzazione di alcuni filmati.

Nel 2019 abbiamo partecipato ad una rassegna teatrale con un monologo in lingua, dal titolo “Due giorni” e in contemporanea abbiamo portato in scena “’Na volta corre el lepre, ‘na volta el ca”, sempre in vernacolo. Nel 2019 il felice incontro con Marco Burini fa nascere un progetto teatrale nuovo, subito arenato dall’avvento del covid del 2020. Durante il lockdown, la nostalgia del palco, la voglia comunque di esserci di nuovo appena sarebbe stato possibile, ci inducono di mettere mano ad un nuovo lavoro brillante e divertente, un antidoto insomma alla mestizia di quei momenti, da portare in scena quando non ci sarebbero più state le restrizioni.

Da lì è partita l’idea della commedia “Anna e la profeZia” che stiamo portando in giro tutt’oggi, sebbene nel corso del tempo sia cambiata profondamente e si sia arricchita di ulteriori personaggi e contenuti divertenti. Questo lavoro ha permesso alla compagnia J’Amici de Candia Aps di prendere parte a rassegne teatrali anche oltre i confini regionali e di ottenere premi importati come migliore attrice protagonista alla rassegna “Madrelengua” di Castelfidardo (AN) nel 2022, miglior trama alla 1^ rassegna di teatro dialettale ad Amatrice (RI) nel 2023





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2024 alle 09:58 sul giornale del 27 febbraio 2024 - 86 letture






qrcode