x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Amazon, procede la realizzazione del nuovo centro di distribuzione di Jesi

11' di lettura
244

da Organizzatori


Nella mattinata di giovedì Amazon ha illustrato lo stato di avanzamento dei lavori del nuovo centro di distribuzione italiano a Jesi, in provincia di Ancona. L’azienda ha inoltre annunciato che il sito, l’undicesimo di questo tipo in Italia, sarà operativo a partire dal 2025.

Con un investimento pari a 180 milioni di euro, si prevede che il centro creerà 1.000 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall'apertura, che si aggiungeranno ai 6.500 già creati nel Centro-Sud Italia e ai 18.000 in tutto il Paese.

L'edificio sarà dotato dell'avanzata tecnologia Amazon Robotics, che porta gli scaffali contenenti i prodotti ordinabili dai clienti alle postazioni di lavoro, supportando i dipendenti nello svolgimento delle proprie mansioni.

Alla presentazione che ha avuto luogo questa mattina presso il sito sono intervenuti Lorenzo Barbo, Amministratore delegato di Amazon Italia Logistica, Galeazzo Bignami, Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Francesco Acquaroli, Presidente della Regione Marche, Massimo Stronati, Presidente di Interporto Marche SpA, Lorenzo Fiordelmondo, Sindaco di Jesi, Daniele Carnevali, Presidente della Provincia di Ancona e Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio Marche. I partecipanti hanno poi effettuato un tour in un’area accessibile all’interno del cantiere e hanno avuto un’anteprima della futura struttura dello stabilimento.

“I lavori del nuovo centro di distribuzione procedono secondo le tempistiche stimate. Il sito non sarà solo un punto di stoccaggio e distribuzione per i nostri prodotti, ma anche un centro di eccellenza dove promuoveremo l'innovazione e l'adozione delle più recenti tecnologie nel settore logistico per il benessere e la sicurezza dei nostri dipendenti. L’investimento di 180 milioni di euro nella nuova struttura conferma che l'Italia è un mercato strategico per i piani di crescita di Amazon in Europa. Grazie alla proficua collaborazione con la Regione Marche, che portiamo avanti dal 2021, creeremo oltre 1.000 di lavoro in tre anni e rafforzeremo la nostra rete logistica italiana per continuare a servire i nostri clienti nel miglior modo possibile” ha commentato Lorenzo Barbo, Amministratore delegato di Amazon Italia Logistica.

“È interessante vedere come questo edificio sia cresciuto nel tempo così rapidamente e in modo funzionale. Sicuramente il lavoro svolto fino a qui è stato importante ma quello ancora da svolgere sarà determinante per fare sì che questo investimento sia il più produttivo e sostenibile possibile. Amazon rappresenta per questo territorio un'occasione per entrare nei mercati internazionali sostenendo al contempo la nostra economia locale. Si tratta di un'importantissima opportunità a livello occupazionale, di sviluppo e di prospettive, per questa ragione desidero ringraziare nuovamente Amazon per aver scelto il nostro territorio." ha dichiarato poi Francesco Acquaroli, Presidente della Regione Marche.

“Quando abbiamo firmato è stato un momento importante per tutta la regione. In questo periodo Interporto ha cambiato volto e sicuramente Amazon ha rappresentato un volano importante. La struttura sta cercando di essere attrattiva e dare risposte. Ci sono investitori e aziende che sono interessati a venire qui, che chiedono spazi, chiedono uffici e questo è per noi di grande importanza. Solo attraverso l'unione e la collaborazione di tutti gli attori coinvolti e tramite un'attenta ed efficiente gestione della filiera sarà possibile trarre il meglio da questa grande opportunità. Essenziale è un’intermodalità efficiente, a prescindere da Amazon, le grandi infrastrutture devono tutte funzionare al meglio” ha dichiarato Massimo Stronati Presidente di Interporto Marche SpA.

“L’investimento di Amazon porta un'innovazione significativa al nostro tessuto industriale e rappresenta anche una fonte di opportunità lavorative preziose per i cittadini e le cittadine della nostra comunità. L'apertura di questo centro logistico testimonia inoltre la fiducia degli investitori nella nostra città come un importante luogo di sviluppo imprenditoriale e di nuova occupazione. Oltre al dato occupazionale Amazon sarà una presenza che deve stimolare sin da subito le capacità complessive del nostro territorio di aderire ad una giusta e necessaria transizione ambientale" ha commentato Lorenzo Fiordelmondo, Sindaco di Jesi.

“È evidente come questo nuovo hub rappresenti un’opportunità per il territorio, tante opportunità in realtà, non una sola. Solo un anno fa ci fu la cerimonia della prima posa e oggi ci troviamo qui in uno sito quasi edificato. Questo mi fa riflettere sull’efficienza di Amazon, una caratteristica che la contraddistingue. La velocità con cui è stato costruito questo nuovo hub ne è una dimostrazione ulteriore. Abbiamo riscontrato grande disponibilità al confronto e questo ci fa essere positivi nel poter continuare ad affrontare in un dialogo costante e aperto con l’azienda le sfide che questo nuovo insediamento porterà sul nostro territorio” ha commentato Daniele Carnevali, Presidente della Provincia di Ancona.

“Amazon è un valore aggiunto per tutte le piccole medie imprese e per tutte quelle attività che non hanno possibilità di cavalcare i grandi mercati. Grazie ad Amazon, le nostre aziende possono raggiungere tutto il mondo vendendo i propri prodotti online. Desidero ringraziare tutti gli interlocutori che hanno lavorato per ottenere il risultato di cui oggi abbiamo testimonianza. Molte imprese stanno lavorando per l'economia marchigiana e sono sicuro che Amazon saprà dare numeri importanti per chi abita i nostri territori e per tutta l'economia regionale” ha dichiarato infine Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio Marche.

Ulteriori informazioni sulla data di apertura della struttura e sul processo di selezione del personale saranno annunciate con l'avanzare del progetto.

Lavorare in Amazon

Amazon si dedica costantemente al miglioramento dell’ambiente lavorativo, offrendo uno dei luoghi di lavoro più innovativi al mondo per il settore, con salari competitivi, processi e sistemi che assicurano il benessere e la sicurezza di tutti i dipendenti.

Da ottobre 2023 lo stipendio di ingresso per gli operatori di magazzino è stato fissato a 1.764 euro lordi al mese, per 14 mensilità nell'arco di un anno. Si tratta di un incremento del 21% rispetto al 2019, con una retribuzione di ingresso sono superiore dell'8% rispetto ai livelli salariali previsti dal 5° livello del CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni. A ciò si aggiungono benefit quali assicurazioni sanitarie e cure mediche private, sconti sugli acquisti su Amazon.it e buoni pasto per tutti i dipendenti. Amazon offre inoltre ai propri dipendenti ulteriori opportunità come l’innovativo programma Career Choice, che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi in un ambito specifico frequentando corsi professionali, per un importo fino a € 8.000 in quattro anni.

Amazon ha ottenuto la certificazione Top Employers 2024 per l’Italia, confermando il prestigioso attestato anche a livello europeo, a riprova della dedizione dell’azienda nell’offrire un ambiente di lavoro positivo per i suoi dipendenti anche a livello internazionale. Questo riconoscimento conseguito per il quarto anno consecutivo riguarda tutte le attività dell’azienda in Italia, comprese quelle legate al customer service di Cagliari, le attività logistiche, le attività corporate e retail dei dipendenti basati negli uffici di Milano e i centri di ricerca e sviluppo.

Forte impegno per la sicurezza sul posto di lavoro

La sicurezza è parte integrante di tutto ciò che Amazon fa ogni giorno, in ogni Paese e in ogni attività. Solo nel 2022, gli investimenti in progetti specifici di miglioramento della sicurezza e in nuove attrezzature hanno raggiunto i 7 milioni di euro e abbiamo erogato ai dipendenti oltre 400.000 ore di formazione sulla sicurezza. La promozione della cultura della sicurezza aziendale passa anche attraverso una costante attività di formazione. Solo in Italia, più di 120 dipendenti

Amazon sono dedicati esclusivamente alle attività di formazione delle persone, e sono circa 3.300 i professionisti della sicurezza.

Diversità, Equità e Inclusione

Porsi l’ambizioso obiettivo di essere il miglior dato di lavoro al mondo implica un impegno costante nell’offrire ai propri dipendenti l’ambiente più inclusivo possibile perché, solo potendo essere sempre sé stessi, si può davvero dare il meglio. Amazon lavora ogni giorno affinché la valorizzazione delle diversità rappresenti sempre uno dei suoi valori fondanti. L’azienda offre lavoro a persone di qualsiasi origine ed età: nelle sedi italiane sono rappresentate più di 100 nazionalità; l’età media dei dipendenti è di 34 anni. Inoltre, offre opportunità di lavoro anche a persone in età più avanzata: l'8% dei dipendenti ha più di 50 anni e il dipendente più anziano ne ha 64.

Le donne rappresentano il 53% della popolazione aziendale presso gli uffici corporate a Milano, Torino, Roma e del customer service di Cagliari. All'interno della nostra rete logistica sono il 35%, una percentuale superiore rispetto alla media nazionale del settore del trasporto e magazzinaggio che, secondo gli ultimi dati Istat, è pari al 21,8%.

Questo ha permesso ad Amazon di conseguire lo scorso anno la Certificazione di Parità di Genere per tutte le sue linee di business in Italia. La certificazione attesta che l'azienda è conforme ai requisiti definiti per garantire un sistema realmente inclusivo che rispetti la diversità di genere sul posto di lavoro, sulla base di dati e obiettivi misurabili.

Amazon sostiene le PMI italiane

Quando sarà pienamente operativo, il centro di distribuzione avrà un ruolo importante nel supportare la rete logistica di Amazon che serve il Centro e il Sud Italia, consentendo di aumentare l'offerta di prodotti e di supportare meglio le piccole e medie imprese che vendono su Amazon.it e che si affidano ai servizi di Logistica di Amazon per vendere i loro prodotti.

Nel solo 2022, oltre 21.000 PMI italiane hanno venduto più di 125 milioni di prodotti su Amazon, circa il 20% in più rispetto all’anno precedente; più di 250 prodotti al minuto. Tra queste, più della metà ha esportato i propri prodotti registrando complessivamente più di 950 milioni di euro di vendite all’estero, oltre il 20% in più rispetto all’anno precedente. Le PMI marchigiane presenti su Amazon.it sono più di 600, oltre il 45% di queste esporta i propri prodotti e nel 2022 ha registrato circa 30 milioni di euro di vendite all’estero.

L'impegno di Amazon per la sostenibilità

Nell'ambito dell'impegno di Amazon di raggiungere l'obiettivo di zero emissioni di anidride carbonica entro il 2040, l'edificio sarà alimentato al 100% da energia elettrica, compresi i sistemi di riscaldamento e di produzione di acqua calda, evitando l'uso di combustibili fossili (gas naturale) e ponendo l'efficienza energetica come priorità assoluta. Impianti idraulici e sanitari efficienti consentiranno un risparmio idrico stimato del 35% mentre, nelle aree esterne, saranno presenti sistemi di irrigazione efficienti e piante a basso fabbisogno idrico. L'edificio sarà dotato di pannelli solari - un impianto fotovoltaico da 4 MW sul tetto che contribuirà ad alimentare le attività del sito - e i dipendenti avranno accesso alla ricarica dei veicoli elettrici, al deposito delle biciclette e al servizio di fermata dell'autobus all'interno della struttura che sottolinea ulteriormente l'impegno a ridurre le emissioni. Il riscaldamento, la ventilazione e il condizionamento dell'aria (HVAC) saranno controllati da un sistema di gestione dell'edificio (BMS) che garantirà un ambiente di lavoro confortevole per i dipendenti, riducendo al contempo il dispendio energetico. L'illuminazione a LED si regolerà in base alla disponibilità di luce naturale e alla presenza di persone nell'edificio, mentre la qualità dell'aria interna sarà costantemente monitorata.

Amazon ha intrapreso un percorso per alimentare le proprie attività con il 100% di energia rinnovabile entro il 2025 e, nel 2021, ha raggiunto l'85%. L'azienda impiega tecnologie progettate per l'efficienza energetica in tutte le sue attività, come la tecnologia smart building che garantisce un ambiente di lavoro confortevole per i dipendenti e allo stesso tempo riduce il consumo di energia quando non è necessario e l'illuminazione a LED regolata dall'afflusso di luce naturale e basata sulle aree in uso in un dato momento. Molti dei centri di distribuzione europei sono dotati di pannelli solari installati sul tetto. Inoltre, Amazon ha avviato 128 progetti di energia rinnovabile in tutta Europa, di cui 22 in Italia. I progetti di energia rinnovabile in Italia prevedono una capacità produttiva totale di oltre 115 MW e, una volta a regime, dovrebbero generare energia pulita sufficiente ad alimentare l'equivalente di 90.000 abitazioni italiane all'anno.

About Amazon

Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per l’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Amazon punta ad essere l’azienda più attenta al cliente al mondo, il miglior datore di lavoro al mondo e il luogo di lavoro più sicuro al mondo. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, i suggerimenti personalizzati, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, Career Choice, i tablet Fire, Fire TV, Amazon Echo, Alexa, la tecnologia Just Walk Out, Amazon Studios e il Climate Pledge sono alcune delle innovazioni introdotte da Amazon.

Per maggiori informazioni, visitate il sito aboutamazon.it e seguite Amazon.it su Instagram, Facebook e X.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2024 alle 17:22 sul giornale del 29 marzo 2024 - 244 letture






qrcode